Alta corte di Londra autorizza Assange ad impugnare sentenza di estradizione negli USA

Alta corte di Londra autorizza Assange ad impugnare sentenza di estradizione negli USA

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Pochi minuti fa, l'alta corte britannica ha concesso al fondatore di WikiLeaks Julian Assange il permesso di appellarsi contro la sua estradizione negli Stati Uniti. Il suo team legale aveva presentato una petizione al tribunale per consentirgli di impugnare la decisione di estradizione su questioni di diritto di importanza pubblica.

A dicembre, l'Alta corte del Regno Unito si è pronunciata a favore  della sua estradizione negli Stati Uniti, dove è accusato di spionaggio per aver pubblicato documenti sulle guerre in Afghanistan e in Iraq nel 2010.

Una condanna potrebbe comportare una pena detentiva di 175 anni.

Stella Moris, la compagna di Assange, pochi minuti dopo la sentenza ha commentato: "Julian ha vinto. Spetta ora alla Corte Suprema decidere se accoglierà l'appello di Julian."

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti