Andrea Zhok - Il neobigottismo liberal all'attacco della letteratura

Andrea Zhok - Il neobigottismo liberal all'attacco della letteratura

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Continuo a credere che la forma di neobigottismo liberal che prende il nome, decisamente fuorviante, di "politicamente corretto" sia uno dei fattori culturali decisivi dell'epoca presente, decisivi ed enormemente sottovalutati.

Di fatto nel nome di presunte sensibilità e presunti diritti inventati giorno per giorno da minuscole lobby, aggressive ed influenti, si è creata una situazione in cui letteralmente vale tutto.

L'ultima in ordine di comparizione è il diritto a riscrivere la letteratura secondo gli stilemi educati del momento.





Ma questa è solo l'ultima chicca di un quadro dove su una miriade di temi oggi bisogna esprimersi facendo il salto ad ostacoli tra trappole verbali pronte a scattare ovunque, creando bolle di discredito.

E chi non sta al gioco degli inchini e delle genuflessioni a questa subcultura paranoica - confinante con la malattia mentale - rischia grosso, soprattutto nei settori culturalmente influenti della società (accademia, giornalismo, ecc.). E questo meccanismo rende quella subcultura enormemente più influente di quanto la sua rappresentanza numerica farebbe immaginare.
 
Oggi, mentre la scuola fornisce sempre meno conoscenze, tra le "competenze" fondamentali che vengono insufflate la posizione centrale è ricoperta dalle batterie dei divieti del politicamente corretto.

L'insegnamento implicito ma fondamentale in questo indottrinamento a ciclo continuo è che non esiste più nessun "noi", né può di diritto esistere.
Esiste solo una pluralità di idiosincrasie paranoiche la cui "sensibilità" unica e irriducibile deve essere rispettata nelle forme e nelle modalità, in costante aggiornamento, che ci vengono comunicate.

A ciascuno viene implicitamente insegnato h24 a concentrarsi su come potrebbe essere stato offeso, come i propri limiti peripersonali potrebbero essere stati oltrepassati, e come potrebbe capitalizzare questa propria vittimizzazione acquisendo un momentaneo vantaggio comparativo sugli altri.

Si prepara per la generazione ora in crescita il regno incipiente della solitudine ontologica assoluta, in cui l'azione collettiva sarà inconcepibile e le uniche relazioni sicure e non stressanti saranno quelle con Alexa e suoi simili.

Andrea Zhok

Andrea Zhok

Professore di Filosofia Morale all'Università di Milano

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Meno salari più spese militari di Michele Blanco Meno salari più spese militari

Meno salari più spese militari

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti