Assange: dalle e-mail trapelate è chiaro come Hillary abbia ordinato di armare i terroristi in Siria

Assange: dalle e-mail trapelate è chiaro come Hillary abbia ordinato di armare i terroristi in Siria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Il fondatore del sito Wikileaks, Julian Assange, ha dichiarato in un'intervista al portale “Democracy Now" che dalle e-mail trapelate recentemente emerge come il candidato democratico Hillary Clinton abbia ordinato di armare i terroristi che hanno devastato la Siria.



Tornano al lavoro di Wikileaks, definita come "la biblioteca ribella di Alessandria", e alle email pubblicate di Hillary Clinton, Assange ha dichiarato: "Ad esempio, l'intervento disastroso, assolutamente disastroso in Libia, la distruzione del governo di Gheddafi hanno portato alla occupazione da parte dello Stato Islamico di parti del paese e a flussi di armi che sono arrivati in Siria. Tutto questo è stato deciso da Hillary Clinton. L'obiettivo era armare i jihadisti in Siria, tra cui lo Stato Islamico. Questo c'è in quelle e-mail. Ci sono più di 1.700 messaggi di posta elettronica provenienti dalla collezione di Hillary Clinton che abbiamo lanciato, sulla Libia". 

Venerdì 22 luglio WikiLeaks ha pubblicato più di 19.000 email per un periodo che va dal gennaio 2015 al maggio 2016 dei sette protagonisti del Democratic National Committee degli Stati Uniti. La corrispondenza mostra che i funzionari del partito democratico non fossero affatto neutrali a tutti i candidati, e abbiano apertamente boicottato la candidatura di Bernie Sanders. La pubblicazione ha costretto alle dimissioni il suo presidente, Debbie Wasserman Schultz.

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti