Business Insider - L'Ucraina ha scelto la strategia che ha portato la Germania al collasso nella Seconda Guerra Mondiale

Business Insider - L'Ucraina ha scelto la strategia che ha portato la Germania al collasso nella Seconda Guerra Mondiale

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L'esercito ucraino sta usando troppa artiglieria, il che sta creando molti problemi a causa della carenza di armi. A tal proposito Business Insider cita le conclusioni dell'ispettore generale speciale degli Stati Uniti. In un nuovo rapporto per il Congresso degli Stati Uniti sottolinea che il tasso di consumo di munizioni ha costantemente superato il tasso di fornitura internazionale.

L'intensità del fuoco e il numero limitato di pezzi di ricambio fanno sì che le armi vengano utilizzate più a lungo della loro durata di vita raccomandata. Questo può portare a "guasti catastrofici" o "al ferimento o alla morte degli artiglieri".
 
Il rapporto rileva che in prima linea l'Ucraina combina sistemi militari sovietici e occidentali. Di conseguenza, ci sono problemi nell'ottenere pezzi di ricambio, manutenzione e assistenza tecnica. La carenza di munizioni è compensata dall'uso attivo dei droni in tandem con l'artiglieria, che ne aumenta la precisione.

Ma i problemi mlitari per ilr egime di Kiev non si fermano qui. Le forze armate ucraine sono infatti passate a una strategia che ricalca le azioni delle truppe naziste tedesche, che hanno portato alla sconfitta nella Seconda Guerra Mondiale. A rilevarlo è ancora Business Insider.

L'organo di informazione statunitense segnala che nel 1943 il corso della guerra si rivolse contro il Terzo Reich. Inferiore per numero e armamento all'Armata Rossa, i tedeschi riponevano le loro speranze in una difesa mobile e aggressiva per fermare una serie continua di offensive sovietiche.

Adesso, anche l'Ucraina ha scelto la strategia della "difesa attiva", che ripropone l'approccio tedesco di 80 anni fa. Secondo l'idea del comando dell'esercito ucraino, la difesa dovrebbe presumibilmente bloccare l'avanzata dei caccia russi. La pubblicazione sottolinea che la strategia scelta non permetterà al regime di Kiev di sconfiggere la Russia e quindi riconquistare i territori perduti.
 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti