Caracas: "Gli Usa proteggono i terroristi che volevano assassinare Maduro"

Caracas: "Gli Usa proteggono i terroristi che volevano assassinare Maduro"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il ministro degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Yván Gil, ha commentato questo martedì il pronunciamento della Casa Bianca sulla detenzione dell'avvocato Rocío San Miguel, per il quale ha avvertito che la Central Intelligence Agency (CIA) e la Drug Enforcement Administration (DEA) hanno "cospirato da Miami e dalla Colombia, insieme agli oppositori dell'estrema destra venezuelana" per portare a termine il piano di assassinio contro il Presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, il Ministro della Difesa, Vladimir Padrino López, il governatore dello Stato di Táchira, Freddy Bernal, e altre autorità del Governo nazionale bolivariano.

Oltre a cercare anche la destabilizzazione del Venezuela attraverso la violenza, l'assalto terroristico alle unità militari, in una lunga lista di barbarie estremiste, il funzionario ha aggiunto tramite il social network X.

Pertanto, ha sottolineato che oggi il governo degli Stati Uniti "esce per proteggere e tutelare i terroristi, che hanno confessato i loro crimini e gli ordini che hanno ricevuto per danneggiare il nostro popolo".

Ha denunciato che gli Stati Uniti sono complici degli autori intellettuali e materiali degli atti di terrorismo e interventismo in Venezuela.

Il procuratore generale della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Tarek William Saab, ha reso noto che lunedì sera si è tenuta un'udienza davanti alla Seconda Corte Antiterrorismo.

Nel corso dell'udienza, i pubblici ministeri hanno richiesto una pena detentiva contro l'avvocato Rocío San Miguel per aver presumibilmente "commesso i reati di tradimento, cospirazione, terrorismo e associazione a delinquere".

Ha spiegato che l'obiettivo era quello di attentare alla vita del presidente Maduro e di diverse unità militari nello stato di Táchira e in altre parti del Paese.

"La Procura segnala l'arresto di Rocío del Carmen San Miguel Sosa. Questo in virtù di un mandato d'arresto nei suoi confronti per il presunto collegamento e riferimento alla cospirazione e al tentativo di assassinio denominato "Brazalete Blanco", il cui obiettivo era attentare alla vita del Capo dello Stato Nicolás Maduro e di altri alti funzionari".

L'11 febbraio, Saab ha riferito dell'arresto di Rocío San Miguel, che sarebbe stata collegata a un complotto "cospirativo".

Sul suo account X, ex Twitter, il capo della Procura della Repubblica (MP) ha collegato San Miguel all'attentato contro il presidente Nicolás Maduro e il governatore di Táchira, Freddy Bernal, rivelato il 16 gennaio nella relazione annuale e nel bilancio dell'esecutivo.

Ha inoltre sottolineato che Rocío San Miguel sarebbe coinvolta nell'attacco a diverse unità militari nel comune di San Cristóbal, Táchira, e in altre parti del Paese. Per questo motivo, ha sottolineato che le indagini sono ancora in corso e i funzionari stanno raccogliendo le prove di questi gravi incidenti.

Secondo il professore, analista ed ex ambasciatore venezuelano in Nicaragua Sergio Rodríguez Gelfenstein, gli Stati Uniti finanziano azioni terroristiche in territorio venezuelano per rovesciare Maduro e insediare un nuovo presidente che risponda ai loro interessi.

"Il Venezuela è un Paese che ha molto valore per gli Stati Uniti", ha dichiarato a RT, denunciando "una politica di ostilità generale" da parte di Washington nei confronti di Caracas, volta a stabilire un governo controllabile. "Hanno fallito in questo senso e continuano a cercare alternative anche quando una parte significativa dell'opposizione venezuelana partecipa alla politica nel quadro della costituzione e delle leggi".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi di Pasquale Cicalese Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti