/ Cina e Russia respingono il vertice canadese sulla Corea del Nord...

Cina e Russia respingono il vertice canadese sulla Corea del Nord. "E' illegittimo e alimenta il clima da guerra fredda"

 

"Dal momento che l'incontro non ha avuto legittimità, la Cina si è opposta alla riunione fin dall'inizio"

La Cina ha respinto l'organizzazione da parte degli Stati Uniti e del Canada di un vertice sulla Corea del Nord. Secondo Pechino si tratta di un'iniziativa "illegittima" e che conserva la logica della Guerra Fredda con due degli attori principali in relazione ai rapporti con Pyongyang, Cina e Russia, non sono stati neppure invitati. 

"Dal momento che l'incontro non ha avuto legittimità, la Cina si è opposta alla riunione fin dall'inizio". Lo ha dichiarato Lu Kang, portavoce del ministero degli Esteri cinese, in una conferenza stampa mercoledì.





Secondo l'agenzia di stampa cinese Xinhua, il funzionario cinese ha dichiarato che il vertice di Vancouver (nel sud-ovest del Canada) manca di "legittimità" e ha denunciato l'assenza all'incontro di Cina e della Russia, attori chiave nella crisi della penisola coreana.

Questa situazione, ha detto il portavoce cinese, mostra che l'Occidente mantiene ancora la mentalità dell'era della guerra fredda per quanto riguarda la questione nordcoreana. "Dal momento che l'incontro non ha avuto legittimità, la Cina si è opposta alla riunione fin dall'inizio ", ha proseguito.

I ministri degli esteri di una ventina di paesi si sono incontrati martedì nella città della costa del Pacifico del Canada per affrontare il programma nucleare della Corea del Nord. Durante la riunione, i partecipanti hanno convenuto di considerare l'imposizione di sanzioni unilaterali a Pyongyang oltre quelle stabilite dalle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC).

Anche il governo della Russia ha respinto l'iniziativa di Vancouver su Pyongyang e ha minimizzato i suoi effetti sulla soluzione della questione coreana. "Non penso che in quell'incontro si realizzerà qualcosa di produttivo e, se non otterrà nulla di controproducente, sarebbe già un grande risultato", ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa