Dalla "direttiva" Pregliasco al trapianto di cuore negato a Boston: cosa resta del giuramento di Ippocrate?

Dalla "direttiva" Pregliasco al trapianto di cuore negato a Boston: cosa resta del giuramento di Ippocrate?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

E' uno dei volti più (tristemente) noti di questa fallimentare gestione pandemica italiana che anche ieri registrava oltre 400 morti nonostante la vaccinazione booster di massa. Parliamo del virologo televisivo Pregliasco, sotto accusa per aver inoltrato una circolare interna, con sua firma, all'ospedale ortopedico Galeazzi, di cui è direttore sanitario, che recita così: "Si ritiene necessario rivedere la programmazione degli interventi riservando l'attività a pazienti che possiedono il green pass rafforzato".

Si tratta di una posizione, quella di negare le cure a chi non può o non vuole vaccinarsi, ribadita più volte da virostar e da politici in TV, senza che siano stati presi provvedimenti.

Leggerlo per iscritto fa impressione per chi ha ancora a cuore di quello che sancisce la nostra Costituzione, nata dopo le barbarie fasciste e l'occupazione nazista.

Un medico che nega le cure ad un non vaccinato, ma cura un pluriasassino con tre dosi, non solo tradisce il giuramento di Ippocrate e dovrebbe essere espulso dall'ordine dei Medici, ma commette reato di istigazione all'odio, come impunemente e senza ormai nessun tipo di remora ha fatto l'altro sera il sottosegretatio Sileri da Floris. "Dobbiamo rendere difficile la vita dei non vaccinati".

Ma si sa l'Italia è una semi colonia. E dalla madrepatria arriva una notizia che ci rende bene l'idea di dove stiamo andando in quella che Eric Clapton ha definito giustamente "ipnosi collettiva". Criminale aggiungeremo noi. Ipnosi criminale di massa. 

Negli Stati Uniti, in un ospedale della "liberal" Boston, è stato negato il trapianto di cuore ad un paziente, che, vaccinandosi, nelle sue condizioni, avrebbe seriamente messo a rischio la propria vita e l'esito del trapianto stesso.

Ecco la vicenda di ipnosi criminale di massa riportata dalla BBC, non da qualche sito "complottista" censurato da Open sui social italiani.

"Un ospedale statunitense di Boston ha respinto un paziente per un trapianto di cuore almeno in parte perché non è vaccinato contro il Covid-19.

DJ Ferguson, 31 anni, ha un disperato bisogno di un nuovo cuore, ma il Brigham and Women's Hospital di Boston lo ha tolto dalla loro lista, ha detto suo padre, David. Ha affermato che il vaccino Covid va contro i "principi di base, non ci crede".

Il Brigham and Women's Hospital ha dichiarato alla BBC in una dichiarazione: "Data la carenza di organi disponibili, facciamo tutto il possibile per garantire che un paziente che riceve un organo trapiantato abbia le maggiori possibilità di sopravvivenza".

Un portavoce ha dichiarato ufficialmente che l'ospedale richiede "il vaccino Covid-19 e comportamenti di stile di vita per i candidati al trapianto per creare sia le migliori possibilità di un'operazione di successo sia per ottimizzare la sopravvivenza del paziente dopo il trapianto, dato che il loro sistema immunitario è drasticamente soppresso".

"Gli organi sono scarsi, non li distribuiremo a qualcuno che ha scarse possibilità di vivere quando altri che sono vaccinati hanno maggiori possibilità post-chirurgiche di sopravvivere", ha detto il dottor Caplan. "Mio figlio sta combattendo dannatamente coraggiosamente e ha integrità e principi in cui crede davvero e questo mi fa rispettare ancora di più", la bella risposta del padre David Ferguson.

Ipnosi criminale di massa. Usciamone prima che sia troppo tardi.

Agata Iacono

Agata Iacono

Sociologa e antropologa

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti