Damasco: la transizione verso un mondo multipolare è irreversibile

Damasco: la transizione verso un mondo multipolare è irreversibile

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Sputnik

Il processo verso il raggiungimento di un ordine mondiale multipolare è iniziato e da questo non si può tornare indietro, ha ribadito a Sputnik il viceministro degli affari esteri siriano Bassam Sabbagh.

"Ciò che è positivo è che [il processo verso un mondo multipolare] è già iniziato, quindi siamo su quella strada. Le cose richiederanno tempo, ne sono sicuro, ma non vedo alcuna possibilità di inversione di rotta", ha spiegato Sabbagh.

Sui legami Russia-Siria

Le relazioni tra Russia e Siria sono eccellenti e i due paesi collaborano a livelli molto avanzati, ha ricordato Sabbagh.

"Le relazioni [tra Russia e Siria] sono eccellenti e il livello di cooperazione è molto elevato su diversi livelli e su diversi aspetti".

Russia e Siria sono stretti alleati con relazioni diplomatiche stabilite quasi 80 anni fa, nel 1944. Nel 1980 Mosca e Damasco hanno firmato il Trattato di amicizia e cooperazione sovietico-siriano che funge da quadro per gli attuali legami bilaterali.

Nel 2011, il legittimo governo siriano ha dovuto affrontare un conflitto su vasta scala con i gruppi jihadisti sostenuti dall’Occidente. Nel 2015, Damasco ha chiesto assistenza militare alla Russia per sconfiggere gli estremisti islamici e Mosca ha deciso di schierare un contingente militare in Siria per proteggere i cittadini dai terroristi dell’ISIS e impedire l’escalation della crisi in altri stati del Medio Oriente. Questa decisione è stata sostenuta all'unanimità dal Consiglio della Federazione Russa (camera alta del parlamento) e presa in conformità con il diritto internazionale.

Il Cremlino si è poi impegnato sconfiggere l’ISIS-Daesh e altri gruppi terroristici. La fase attiva dell’operazione è durata fino al 2017. Attualmente le ostilità su vasta scala sono terminate, ma parte del contingente militare russo rimane nella repubblica per aiutare il governo siriano a ripristinare la pace e la sicurezza.

Nel 2023 Turchia e la Siria sono state scosse da un violento terremoto che ha causato enormi devastazioni e ha causato la morte di migliaia di vite. La Russia si è affrettata a fornire aiuti umanitari e a inviare i suoi esperti di emergenza.

Le sanzioni contro la Siria “disumane” devono essere revocate

Le sanzioni unilaterali contro la Siria sono disumane, illegali e richiedono la revoca incondizionata, ha denunciato Sabbagh.

"Queste [sanzioni unilaterali] sono disumane, sono immorali. Abbiamo anche, tutti noi abbiamo la responsabilità di chiedere l'immediata revoca incondizionata delle sanzioni", ed ha aggiunto: "E penso che tutto ciò che sostengono, secondo cui la sanzione non avrà alcun impatto sulla situazione umanitaria, sia falso e infondato".

Sul riavvicinamento del Medio Oriente

La Siria è determinata a sviluppare relazioni "fraterne" con l'Arabia Saudita dopo che i due paesi hanno accettato di riprendere i rapporti diplomatici, ha sottolineato Sabbagh.

A maggio, la Siria e l’Arabia Saudita hanno concordato di riprendere il lavoro delle loro missioni diplomatiche in entrambi i paesi. Ciò è avvenuto subito dopo il reinserimento della Siria nella Lega Araba.

Sabbagh ha rivelato che le due nazioni sono sulla buona strada per riprendere i servizi diplomatici.

"Stiamo cercando di sviluppare queste relazioni fraterne”.

Il viceministro ha sottolineato l'importanza di rafforzare le relazioni con tutti i paesi arabi, citando il ritorno della Siria nella Lega araba e la partecipazione del presidente Bashar Assad al vertice arabo di Jeddah.

Traduzione de l’AntiDiplomatico

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti