Damasco precisa: Accettiamo aiuto dagli Stati Uniti e dall'UE, ma finora non ne hanno offerti

Damasco precisa: Accettiamo aiuto dagli Stati Uniti e dall'UE, ma finora non ne hanno offerti

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

“Assad impedisce l’arrivo degli aiuti occidentali”, da ieri che monta il leit motiv di media e politici occidentali, Italia naturalmente compresa.

Stava diventando scomoda la domanda “perché non revocare le sanzioni di USA e UE alla Siria in questo momento?”, ma il colpo maestro della propaganda mainstream ha rivoltato la frittata sul versante sanguinario dittatore che ha “gasato” il suo popolo, lo ha massacrato in 12 anni di guerra e quindi, chi lo segue, può pure crepare.

Comunque sia l’occidente vuole dare i suoi aiuti nelle zone della Siria occupate illegalmente dagli Stati Uniti d’America che rubano petrolio e grano ai siriani e alle milizie filo qaediste che operano nel nord ovest della Siria un tempo nemiche, da un po’ di tempo ripresentate come interlocutori validi dell’occidente.

Dove finirono i miliardi di dollari forniti dall’occidente alle milizie in Siria per rovesciare Assad, lo spiegò il compianto reporter Robert Fisk, non certo un sostenitore del governo siriano.

Ora, siccome è importante dare un’informazione completa ai lettori, comunque la pensino, è giusto fornire le spiegazioni che Damasco ha dato in merito al fatto che Assad blocca gli aiuti.

Questi aiuti, infatti, Usa e Ue non li hanno mai offerti.

Il Consigliere Speciale della Presidenza della Repubblica di Siria, Bouzeina Shaaban, ha dichiarato oggi che la Siria accoglie con favore qualsiasi iniziativa presentata da paesi e organizzazioni internazionali per aiutare a far fronte agli effetti catastrofici del terremoto, purché questo aiuto sia offerto senza essere politicizzato.

In un'intervista al canale britannico Sky News, l'alto funzionario ha ricordato che "la Siria, poche ore dopo il terremoto, ha invitato gli Stati membri delle Nazioni Unite e tutte le organizzazioni internazionali, siano esse civili o governative, ad aiutare gli sforzi per affrontare disastro, in accordo con gli standard di azione umanitaria approvati dalle Nazioni Unite, e in coordinamento e cooperazione con il governo siriano”.

"Accettiamo l'assistenza dell'Occidente, e se gli Stati Uniti e l'Unione Europea offrono aiuto, lo accettiamo, ma non l'hanno offerto nonostante l'appello del presidente della Croce Rossa Internazionale a tutti i paesi del mondo a contribuire a questo", ha denunciato Shabaan.

Ha aggiunto che l'Occidente sostiene i terroristi nelle aree al di fuori del controllo dello stato siriano, e si preoccupa principalmente di proteggere i gruppi terroristici Daesh-ISIS, Al-Nousra e "White Helmets", e non è preoccupato per le aree in cui ci sono la maggioranza dei siriani.

Siamo convinti che in Italia, come nel resto dell’occidente, la popolazione sarebbe d’accordo a rimuovere le sanzioni alla Siria ed a offrire aiuti a tutti i siriani. Così come non sono d’accordo ad inviare armi all’Ucraina per evitare l’escalation di guerra con la Russia.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd di Paolo Desogus Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti