DEDOLLARIZZAZIONE - Il Myanmar usa lo yuan per pagare i prodotti petroliferi russi

DEDOLLARIZZAZIONE - Il Myanmar usa lo yuan per pagare i prodotti petroliferi russi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



Il Myanmar utilizza la moneta cinese, lo yuan, per pagare le forniture di prodotti petroliferi russi. Lo ha dichiarato a Sputnik, il Ministro degli Investimenti e delle Relazioni Economiche Estere del Myanmar Kan Zaw, aggiungendo che le parti stanno preparando un accordo sulla reciproca conversione delle valute nazionali.

"Al momento stiamo usando lo yuan e non [paghiamo] con i rubli. Ma stiamo cercando di fare l'accordo kyat-rublo [sulla conversione reciproca]... [l'accordo] sarà [firmato] molto presto", ha detto Kan Zaw a margine dell'Eastern Economic Forum (EEF) di Vladivostok. Inoltre, Kan Zaw ha espresso la speranza che il Myanmar concluda un accordo con la Russia sul turismo a margine dell'evento.

Lo scorso settembre, il primo ministro del Myanmar Min Aung Hlaing aveva dichiarato sempre a Sputnik che il Paese aveva iniziato ad acquistare prodotti petroliferi russi. In quest'occasione Zaw ha specificato che il Myanmar inizierà ad accettare le carte del sistema di pagamento russo Mir da ottobre. "Le carte Mir potranno essere utilizzate a partire da ottobre, spero", ha concluso il ministro. 

L'ottavo EEF si svolge nel campus della Far Eastern Federal University nella città russa di Vladivostok dal 10 al 13 settembre.

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti