Giù il sipario: è finita la farsa della "democrazia"

Giù il sipario: è finita la farsa della "democrazia"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Ma tu pensa se la Carta Costituzionale debba essere riformata da Meloni, le cui radici storico politiche sono di un partito dichiarato dalla Carta illegale, e da una con passaporto americano che ha fatto lo stage con Obama.

Il primo esame che feci fu Storia dei movimenti e dei partiti politici, tema la Costituente. Ebbi modo di leggere i resoconti: c'erano Togliatti, Terracini, La Pira e altri. Alta politica, formazione culturale possente, da parte di tutti.

Ora è una farsa, o meglio, una tragedia continua.

Iniziò il centrosinistra con il Titolo V, hanno sfasciato lo Stato, il regionalismo ha portato al caos e alla moltiplicazione di centri di spesa incontrollabili, facendo schizzare il debito pubblico e ammazzando i servizi, specie la sanità.

Ora il Presidenzialismo, deriva autoritaria con cui si controlleranno le "due società", la società dei produttori, con dentro l'aristocrazia operaia, e la società degli esclusi.

La Francia di Macron la stanno preparando, da noi devono anticipare qualsiasi rivolta, dando poteri all'esecutivo presidenziale.

E' finita la farsa della democrazia, chi manda armi a Kiev, chi manda flotte nel Mar cinese meridionale, chi boccia il Memorandum della Via della Seta. Noi e loro. E, dentro i confini, noi e loro. Contrapposizione, quando la Carta Costituzionale tendeva a fare sintesi tra varie anime politiche, contrappesi, e ci riuscì. Certo, c'era la Carta tradita dagli eventi dei decenni successivi, le Br nacquero anche per questo, ma c'era un minimo di sovranità e libertà.

Ora comanda la Nato, che aprirà un ufficio in Giappone. Ci stanno preparando a conflitti di bassa intensità, come sfogo alla crisi capitalistica pluridecennale, alla perdita di centralità storica.

Nel mentre il Medio Oriente, tranne Israele, ritrova la pace e la concordia tra paesi. Gli Usa, la Nato, hanno perso il M. O. , l'America Latina, l'Africa. Non resta che lo scontro, il contarsi e nel contarsi serrare le fila interne, con svolte autoritarie.

Pasquale Cicalese

Pasquale Cicalese

 

Economista. Ha aperto un canale telegram: pianocontromercato
 
 

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Il macronismo al suo ultimo atto? di Paolo Desogus Il macronismo al suo ultimo atto?

Il macronismo al suo ultimo atto?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani di Giacomo Gabellini Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani

Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora di Giuseppe Masala Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora

Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti