Gli Stati Uniti hanno accumulato 150 bombe nucleari in Europa

Gli Stati Uniti hanno accumulato 150 bombe nucleari in Europa

Uno studio rivela che gli Stati Uniti ha immagazzinato 150 bombe nucleari in Europa, mentre le politiche di Trump non favoriscono la corsa agli armamenti.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Gli Stati Uniti hanno circa 6.185 testate nucleari, la maggior parte delle quali sono state immagazzinate per l'uso in base alle esigenze che si presentano, secondo un gruppo di scienziati e ricercatori, autori di un rapporto che è stato pubblicato lunedì dal portale internazionale Taylor & Francis.


 
Delle 1.750 testate esplosive operative, 1.300 sono stati incorporati in missili balistici e 300 in bombardieri che gli USA hanno nelle loro basi militari, mentre altri 150 sono stati distribuiti nelle basi militari che Washington ha eretto in diversi paesi europei.
 
"Stimiamo che circa 1750 testate esplosive siano state schierate oggi (...) 150 di queste sono state distribuite tra le basi aeree in Europa", ha spiegato l portale del Regno Unito.
 
Il documento evidenzia inoltre che all'inizio di quest'anno il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (il Pentagono) ha organizzato un magazzino per ospitare circa 3800 testate nucleari da installare su oltre 800 missili balistici e da combattimento.
 
La base aerea di Incirlik nel sud della Turchia, secondo il rapporto, ospita la maggior parte dei cinque depoisiti statunitensi di armi nucleari. "Circa 50 o un terzo delle armi in Europa", affermano i ricercatori, che se menzionano voci anche "non confermate", le quali riferiscono che le bombe sono state rimosse dal sito turco.
 
La pubblicazione aggiunge che gli Stati Uniti hanno inviato a marzo nel Regno Unito sei bombardieri del tipo B-52 - un fatto "senza precedenti" dalla fine della Guerra Fredda - per svolgere "missioni" in Norvegia, nei paesi baltici, in Romania, in Grecia e Marocco. Quattro dei sei B-52, sottolinea il testo, hanno le capacità necessarie per trasportare "armi nucleari".
 

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra