Gli USA acquistano i caccia F-35 destinati alla Turchia. Ankara a questo punto chiederà gli Su-57 alla Russia?

Gli USA acquistano i caccia F-35 destinati alla Turchia. Ankara a questo punto chiederà gli Su-57 alla Russia?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

L'aviazione statunitense acquisterà ufficialmente otto caccia convenzionali per il decollo e l'atterraggio F-35A originariamente costruiti da Lockheed Martin per la Turchia nell'ambito di una modifica del contratto da 862 milioni di dollari, scrive Defense News

 

L'accordo contiene anche altri sei F-35A costruiti per l'Aeronautica e modifiche che porteranno i jet turchi in linea con la configurazione degli Stati Uniti.

 

Dunque dopo circa un anno di minacce, voci e speculazioni gli USA decidono di acquistare i caccia destinati ad Ankara. Ma in seguito al contratto stipulato dalla Turchia con la Russia per l’acquisto di batterie antimissile S-400, Washington ha deciso di espellere la Turchia dal programma F-35. 

 

Nonostante i costi della scelta. In ogni caso la Turchia continua a produrre svariate parti del caccia stealth. 

 

La Turchia aveva pianificato di acquistare 100 F-35A nel corso del programma, ma è stata espulsa dal programma lo scorso luglio dopo aver accettato il sistema di difesa aerea S-400 dalla Russia dopo ripetuti avvertimenti da parte di funzionari statunitensi. A quel punto, i primi F-35 della Turchia erano già usciti dalla linea di produzione e i suoi piloti e manutentori si stavano addestrando per volare e sistemarli negli Stati Uniti insieme al personale nordamericano alla Luke Air Force Base, in Arizona, e alla Eglin Air Force Base, in Florida.

 

Da allora, il destino dei caccia turchi è stato una domanda aperta. A gennaio, Defense One ha riferito che 24 F-35 turchi erano in fase di produzione, ma il top weapons buyer del Pentagono Ellen Lord spiegò ai giornalisti che Washington e Ankara non avevano raggiunto un accordo sul destino dei caccia stealth.

 

A questo punto la Turchia si rivolgerà a Mosca anche per l’acquisto di caccia stealth di quinta generazione. La Russia è pronto ad offrire un velivolo top: il caccia Su-57.

Potrebbe anche interessarti

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Meno salari più spese militari di Michele Blanco Meno salari più spese militari

Meno salari più spese militari

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti