Gli Usa di Biden venderanno armi all'Arabia Saudita per 650 milioni di dollari

Gli Usa di Biden venderanno armi all'Arabia Saudita per 650 milioni di dollari

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Mentre prosegue l'aggressione della cosiddetta coalizione a guida saudita contro lo Yemen, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha autorizzato ieri la vendita di 280 missili aria-aria AIM-120C a medio raggio e relative attrezzature per un valore stimato di 650 milioni di dollari alla monarchia saudita.

Questa è la prima vendita su larga scala di equipaggiamento militare all'Arabia Saudita da quando Joe Biden è entrato in carica. Questo mentre, a gennaio, il presidente Usa aveva annunciato di aver interrotto la vendita di molte armi offensive  al regno saudita.

A sua volta, un portavoce del Dipartimento di Stato ha riferito che il suddetto accordo è stato approvato lo scorso martedì 26 ottobre, poiché, a suo avviso, le vendite di missili aria-aria sono avvenute dopo “un aumento degli attacchi transfrontalieri contro l'Arabia Saudita nel passato anno".

Oltre ai missili aria-aria a medio raggio avanzati AIM-120C, il pacchetto include 596 lanciatori di missili ferroviari LAU-128 (MRL), insieme a contenitori e attrezzature di supporto, pezzi di ricambio, oltre a materiale tecnico e ingegneristico degli Stati Uniti.

Continuano le vendite militari statunitensi all'Arabia Saudita durante il sanguinoso assalto allo Yemen. Da quando Riad ha iniziato la sua campagna di bombardamenti nel marzo 2015, insieme ai suoi alleati regionali, i paesi occidentali, guidati da Stati Uniti e Regno Unito, non hanno smesso di vendere armi ai sauditi, che hanno ucciso migliaia di civili. Sanaa incolpa Washington per il prolungamento della guerra imposta contro la nazione yemenita.

Missili aria-aria a medio raggio AIM-120C

Il missile costruito dal gigante delle armi  Raytheon (Raytheon Technologies Corp.) è in grado di volare per 20 miglia (32 chilometri) e di colpire un bersaglio aereo oltre il raggio visivo di un pilota. Questo missile è stato venduto anche ad altri alleati degli Stati Uniti, come Qatar, Kuwait e Giordania.

Raytheon è considerato il secondo appaltatore militare al mondo e ha contribuito con 42 miliardi di dollari di entrate legate alla difesa degli Stati Uniti durante l'anno fiscale 2020, secondo quanto ha riferito Defense News .

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti