Global Times: l'amicizia Cina-Sudafrica a un nuovo punto di partenza storico

Global Times: l'amicizia Cina-Sudafrica a un nuovo punto di partenza storico

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

di Xie Wenting a Johannesburg e Chen Qingqing a Pechino - Global Times

Il Presidente cinese Xi Jinping ha dato il via alla sua visita di Stato in Sudafrica e ha incontrato il Presidente sudafricano Cyril Ramaphosa martedì, in vista del 15° Vertice BRICS, mentre le relazioni tra Cina e Sudafrica entrano in un'era d'oro e si prevede un approfondimento della cooperazione in vari campi. Il leader cinese ha anche salutato l'amicizia Cina-Sudafrica, che si trova a un nuovo punto di partenza storico. 

Dall'instaurazione dei legami diplomatici, 25 anni fa, la Cina e il Sudafrica hanno raggiunto uno sviluppo accelerato, che è andato ben oltre l'ambito delle relazioni bilaterali e ha un significato più ampio e globale, hanno affermato alcuni esperti. I due leader hanno presentato congiuntamente un progetto per lo sviluppo futuro delle relazioni Cina-Sudafrica, avviando un nuovo percorso per la costruzione di una comunità Cina-Sudafrica di alto livello con un futuro condiviso. 

Durante l'incontro di martedì tra Xi e Ramaphosa, il leader cinese ha dichiarato che questa è la sua quarta visita in Sudafrica come presidente della Cina. "Ho una sensazione di calore quando visito di nuovo il Paese dopo cinque anni. Sotto la guida del presidente Ramaphosa, il Sudafrica gode di un crescente sviluppo nazionale e di un'influenza internazionale. La Cina se ne rallegra e augura al Sudafrica di progredire ancora di più nel suo percorso di sviluppo", ha dichiarato Xi. 

Il motivo per cui le relazioni della Cina con il Sudafrica sono così buone e l'amicizia Cina-Sudafrica è così profonda è fondamentalmente perché entrambi i Paesi e le parti hanno condiviso le gioie e le sofferenze nei rispettivi percorsi di sviluppo, forgiando una profonda amicizia come compagni e fratelli, ha detto Xi.

In questo momento, in cui ci troviamo in un nuovo punto di partenza storico, l'eredità dell'amicizia Cina-Sudafrica, l'approfondimento della cooperazione e il rafforzamento della collaborazione sono il desiderio reciproco di entrambi i Paesi e anche la responsabilità significativa dei nostri tempi, ha detto Xi, sottolineando che è disposto a lavorare al fianco del presidente Ramaphosa per spingere la partnership Cina-Sudafrica a nuove vette. 

Xi ha dichiarato che la Cina e il Sudafrica lavoreranno per approfondire la cooperazione bilaterale nei settori dell'energia elettrica, delle nuove energie e dell'innovazione scientifica e tecnologica. Ha inoltre dichiarato che la Cina è pronta a importare più prodotti di qualità dal Sudafrica e continuerà a incoraggiare le imprese cinesi a investire e fare affari in Sudafrica. 

Martedì mattina, ora locale, l'Union Buildings di Pretoria ha esposto le bandiere della Cina e del Sudafrica. Una folla considerevole di persone si è riunita in attesa dell'arrivo del Presidente cinese Xi. L'atmosfera era piena di attesa e di eccitazione.

Dopo l'incontro tra i leader cinesi e sudafricani, Xi ha ricevuto anche l'Ordine del Sudafrica dal presidente Ramaphosa. Intervenendo alla cerimonia, Xi ha affermato che il partenariato strategico globale Cina-Africa è entrato in un'età d'oro, poiché la fiducia politica reciproca tra le due parti continua ad approfondirsi e la cooperazione pratica e reciprocamente vantaggiosa in vari campi ha dato risultati fruttuosi.

Xi ha ribadito che, indipendentemente dai cambiamenti della situazione internazionale, le due parti rimarranno impegnate ad approfondire la cooperazione bilaterale amichevole.

Xi è arrivato a Johannesburg lunedì sera per partecipare al 15° vertice dei BRICS e per effettuare una visita di Stato in Sudafrica. Il presidente sudafricano Ramaphosa e altri funzionari sudafricani hanno salutato calorosamente Xi all'aeroporto.

In un discorso scritto, Xi ha rivolto un caloroso saluto e i migliori auguri al popolo sudafricano a nome del popolo cinese. Osservando che quest'anno ricorre il 25° anniversario dell'istituzione delle relazioni diplomatiche tra Cina e Sudafrica, Xi ha sottolineato che il partenariato strategico globale tra i due Paesi è entrato in una nuova fase.

Durante un briefing con la stampa tenutosi martedì, Wu Peng, direttore generale del Dipartimento per gli Affari Africani del Ministero degli Affari Esteri cinese, ha affermato che questa visita dimostra pienamente l'alta considerazione della Cina per lo sviluppo delle relazioni con i Paesi in via di sviluppo e con il Sudafrica, nonché per le relazioni Cina-Africa. Ha sottolineato che la visita dà nuovo impulso al partenariato strategico globale tra Cina e Sudafrica.

Wu ha dichiarato che durante la cerimonia della firma, il Presidente Xi e il Presidente Ramaphosa hanno assistito alla sottoscrizione di 11 documenti di cooperazione, che coprono settori quali l'energia di nuova generazione, gli investimenti diretti, le zone economiche e i parchi industriali, l'economia blu, l'innovazione tecnologica, l'istruzione superiore e la formazione, l'assistenza energetica di emergenza e la costruzione congiunta delle infrastrutture della Belt and Road.

Wu ha aggiunto che le due parti hanno anche rilasciato una dichiarazione congiunta tra la Repubblica Popolare Cinese e la Repubblica Sudafricana.

‘Compagni e fratelli’ 

Busi Mabuza, presidente del capitolo sudafricano del BRICS Business Council, ha dichiarato al Global Times a Johannesburg che Sudafrica e Cina condividono una profonda amicizia. Nel 2010, la Cina ha sostenuto fermamente l'inclusione del Sudafrica nel meccanismo dei BRICS, offrendo al Paese l'opportunità di impegnarsi in una stretta cooperazione in vari settori con alcune delle più grandi economie del mondo in rapida crescita, con benefici sostanziali.

Ha poi affermato che esiste un ampio spazio per la cooperazione tra Sudafrica e Cina in ambito economico e commerciale, sottolineando di essere lieta di vedere un numero crescente di prodotti agricoli speciali sudafricani di alta qualità entrare nel mercato cinese. 

Mabuza auspica inoltre una più profonda collaborazione tra Sudafrica e Cina nel settore delle infrastrutture, aiutando il Sudafrica a potenziare i propri sistemi di trasporto, tra cui strade, ferrovie e aviazione, per creare condizioni migliori per la connettività commerciale.

Mabuza ha salutato l'Iniziativa di Sviluppo Globale proposta dalla Cina, che secondo lei è in accordo con il piano di sviluppo del Sudafrica e favorisce uno sviluppo equo e sostenibile del mondo.

Il Sudafrica e la Cina hanno una fiorente relazione economica. La Cina è attualmente il più grande partner commerciale globale del Sudafrica e il Sudafrica ha il primato di essere il principale partner commerciale della Cina in Africa. Secondo i dati diffusi dal Ministero del Commercio cinese, il commercio bilaterale tra Cina e Sudafrica ha raggiunto i 56,74 miliardi di dollari nel 2022, segnando un aumento del 5% rispetto all'anno precedente e raggiungendo un massimo di otto anni. Questo trend di crescita ha continuato ad accelerare nella prima metà di quest'anno, con un ulteriore aumento dell'11,7%.

A Johannesburg, i marchi cinesi come Huawei e Gree sono onnipresenti. Elettrodomestici, smartphone e automobili cinesi sono tutti preferiti dalla popolazione locale, secondo quanto riportato dal Global Times. 

I due leader hanno anche assistito alla firma di una serie di accordi di cooperazione che vanno dalla cooperazione industriale all'energia e all'agricoltura, tra cui la cooperazione energetica è considerata fondamentale per affrontare i problemi energetici del Sudafrica. 

Ragioni storiche hanno portato a una mancanza di investimenti a lungo termine nel settore dell'energia elettrica in Sudafrica, insieme al grave invecchiamento delle unità termiche esistenti, con conseguente carenza di elettricità. Per contribuire ad affrontare questo problema, le aziende cinesi firmeranno accordi con il Sudafrica durante il vertice BRICS per promuovere la sicurezza energetica e lo sviluppo dell'elettricità, secondo quanto riportato dal Global Times. 

Oltre ad aiutare il Sudafrica ad affrontare uno dei suoi problemi più urgenti, come la carenza di elettricità, la Cina svolgerà un ruolo importante nello sviluppo industriale del Paese, contribuendo a creare più posti di lavoro e ad aumentare gli scambi culturali e interpersonali, ha dichiarato He Wenping. "La visita di Xi in Sudafrica approfondirà la speciale amicizia 'compagni più fratelli' dei due Paesi". 

Lo sviluppo delle relazioni Cina-Sudafrica è un microcosmo dell'amicizia Cina-Africa e le relazioni Cina-Africa possono riflettere al meglio l'impronta della diplomazia cinese dei grandi Paesi, hanno affermato alcuni esperti.

Un vertice storico

Il Sudafrica sta per entrare presto nel "tempo dei BRICS". Il centro stampa per il Vertice BRICS è ora operativo e martedì vi lavoravano quasi 100 giornalisti. Il Global Times ha appreso, durante il processo di pre-registrazione, che il numero di partecipanti giornalieri si aggira intorno ai 500, tra cui persone provenienti da diversi settori, tra cui media e imprese.

Le tracce del Vertice BRICS sono evidenti nelle strade di Johannesburg. Le autorità sudafricane hanno stanziato maggiori risorse di polizia per garantire la sicurezza dell'evento. Le trasmissioni dei media locali sono prevalentemente incentrate su notizie relative ai BRICS.

Secondo i media, i leader dei Paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) si riuniranno martedì per discutere dell'espansione dei BRICS, della crisi ucraina e della riduzione della dipendenza dal dollaro USA. 

Durante il vertice dei BRICS, Xi e il primo ministro indiano Narendra Modi "avranno la possibilità di avere scambi ravvicinati", ha dichiarato Wu durante la conferenza stampa di martedì.

Tuttavia, alcuni media occidentali hanno ipotizzato che l'incontro dei leader dei BRICS abbia lo scopo di "contrastare gli Stati Uniti", di avvicinare molti Paesi del Sud globale alla Cina e di mettere alla prova le ambizioni di Pechino di riorganizzare il gruppo.

"L'aspetto fondamentale è che queste potenze emergenti sono insoddisfatte dell'attuale ordine globale. Per queste potenze emergenti, quando guardano all'attuale ordine globale guidato dagli Stati Uniti e dai Paesi occidentali, il sistema non si è evoluto dal 1945", ha detto Monyae. Non è stato modificato per riflettere le realtà attuali in termini di dimensioni dell'economia, della popolazione e di altre questioni, ha osservato. 

C'è anche insoddisfazione per l'armamento del dollaro statunitense e per l'armamento di alcuni beni pubblici globali, come lo SWIFT, a seguito del conflitto tra Russia e Ucraina.

(Traduzione de l’AntiDiplomatico)

 

Potrebbe anche interessarti

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti