Golpe in Russia. La dichiarazione completa del CC del PCFR letta in video da Zyuganov il 25 giugno

Golpe in Russia. La dichiarazione completa del CC del PCFR letta in video da Zyuganov il 25 giugno

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Link del video riportato dal sito del partito https://www.youtube.com/watch?v=vEqpuB5MOts

traduzione dalla trascrizione inglese in https://libya360.wordpress.com/ a cura di Aginform

Nella notte del 24 giugno i rappresentanti della PMC "Wagner" hanno bloccato l'attività delle autorità militari a Rostov sul Don e hanno rilasciato alcune dichiarazioni eclatanti. Naturalmente, il sanguinario regime di Zelensky sta cercando di approfittare di questa situazione. Ha frettolosamente ammassato due brigate di marines per un possibile attacco ad Artemivsk.

Nel difficile periodo della lotta contro l'occidente imperiale, ambizioni personali esorbitanti sono venute prima del dovere militare e patriottico per un certo gruppo di individui. Queste persone possono spiegare le loro azioni come vogliono, ma la sostituzione della lotta contro il fascismo con un tentativo di prendere il potere è un tradimento dei loro compagni d'armi e un crimine contro il popolo. In questa situazione critica, l'appello del Presidente della Federazione Russa all'unità dei nostri concittadini di fronte alle minacce esterne merita comprensione e sostegno.

I tentativi dei globalisti di distruggere la Russia ci impongono di mettere da parte tutte le ambizioni e difendere la nostra patria, proprio come l'hanno difesa i nostri padri e nonni. Va ricordato che gli esempi più straordinari di unità popolare sono stati dimostrati dal governo sovietico. Ha risposto alla minaccia dell'ascesa del fascismo, e questa è stata la chiave della Grande Vittoria nel maggio 1945. Eliminando le divisioni di classe, riunendo le nazioni e le nazionalità dell'URSS e superando i pregiudizi nazionalisti, ha assicurato un'autentica unità nazionale.

I tentativi di inscenare litigi politici oggi, sullo sfondo di un ambiente internazionale sempre più complesso, sono inaccettabili. Inoltre, sono un insulto al nostro popolo, che si è unito attivamente, sinceramente e disinteressatamente nella grande opera poliedrica di aiutare coloro che, rischiando la vita, si sono alzati nella lotta contro il fascismo. I comunisti hanno ripetutamente avvertito che i metodi neoliberisti sono rovinosi per la Russia in tutto, che si tratti di economia o cultura, vita sociale o costruzione delle forze di sicurezza.

Il sistema stesso delle compagnie militari private è un prodotto di visioni liberali sull'organizzazione della società. Indipendentemente dall'eroismo e dal sacrificio dei combattenti di Wagner nella lotta contro il nazismo, l'organizzazione degli affari militari secondo i principi delle PMC è viziata. La forza dell'Armata Rossa vittoriosa consisteva principalmente nel suo legame di sangue con il popolo. Il PCFR sostiene attivamente gli uomini che combattono in prima linea contro il nazismo e il banderismo. Il nostro grande lavoro umanitario a sostegno del Donbass dal 2014 è ampiamente noto.

Come è avvenuto più di una volta nel ventesimo secolo, i comunisti sono ancora oggi gli oppositori più coerenti del fascismo e di ogni manifestazione della reazione capitalista. Esortiamo i cittadini russi a mantenere la calma assoluta. È necessario comprendere la complessità della situazione e non cedere alle provocazioni. I combattenti della PMC Wagner dovrebbero presto riprendere i sensi e cessare di partecipare a giochi politici volti a destabilizzare la situazione all'interno del paese. Questo è ciò che i nemici esterni della Russia non vedono l'ora di fare. Sollevare un'insurrezione armata in un momento così difficile per la Patria è schierarsi dalla parte del nemico.

Questo tipo di azione si qualifica per legge come il tipo più grave di reato. Tutti coloro che affermano di agire in nome della loro confraternita combattente devono smetterla di incitare i propri compagni ad azioni illegali. Siamo certi che tra i coraggiosi combattenti, liberatori di Artemovsk e partecipanti ad altri eventi della lotta contro il neonazismo ci sono molti sinceri patrioti che sono stati trascinati in un'avventura armata contro la loro volontà. Consideriamo le attenzioni che si dovranno avere per queste persone se la risoluzione della situazione richiederà l'azione più forte possibile. La situazione solleva ancora una volta la questione dell'importanza del controllo pubblico sulle attività degli enti statali. Il potere deve fare affidamento sul popolo se vuole che il popolo si fidi di lui. Le questioni relative al combattimento e alla sicurezza nazionale non possono essere gestite da strutture commerciali.

Le forze armate richiedono un'autorità indivisa. Allo stesso tempo, i cittadini devono disporre di meccanismi di controllo sulle azioni delle strutture di potere in modo che i loro rappresentanti non siano tentati di intraprendere avventure. Prima di tutto, ogni possibilità di manipolazione dell'espressione della volontà dei cittadini nelle elezioni deve essere esclusa. L'imposizione del voto a distanza, elettronico e per più giorni nel paese deve essere fermata e deve essere creato un sistema elettorale completamente trasparente e onesto. È estremamente importante creare le condizioni in cui il popolo russo possa eleggere liberamente al potere patrioti intelligenti, onesti e attivi. Le prossime elezioni hanno lo scopo di consolidare la società, non di dividerla.

 

Insistiamo sul fatto che una soluzione efficace e completa dei compiti di smilitarizzazione e denazificazione in Ucraina è possibile solo sulla base di un cambiamento del vecchio corso nella stessa Russia. Il rifiuto totale del neoliberismo nella vita dello Stato è l'imperativo dei tempi.

L'attuazione del nuovo programma di creazione e sviluppo non può più essere rinviata di un solo giorno. Con l'intensificarsi delle operazioni militari al fronte, l'insurrezione militare nelle retrovie dell'esercito attivo deve essere liquidata. Questa provocazione deve essere fermata e tutto deve essere fatto per ottenere la vittoria completa sul fascismo nell'area dell'operazione militare speciale. Gli obiettivi di smilitarizzazione e denazificazione dell'Ucraina è determinante per il futuro dei popoli russo e ucraino, di tutti i popoli nel vasto spazio eurasiatico e, quindi, del mondo intero. Il 2023 è l'anno dell'80° anniversario di eventi fatidici, quando i nostri padri e nonni, dopo aver sconfitto le orde fasciste a Stalingrado, iniziarono vaste operazioni offensive, ottennero vittorie eccezionali vicino a Orel, Kursk, Belgorod e iniziarono la liberazione dell'Ucraina sofferente dalla feccia di Hitler.

Il ricordo di queste grandi imprese e dei loro eroi è sacro! Oggi chiama i soldati e gli ufficiali dell'esercito russo e tutti noi a una lotta senza compromessi contro il fascismo! La nostra gente ha nervi saldi e una forte volontà! Non si inginocchierà davanti alla peste bruna! Il nemico sarà sconfitto! La vittoria sarà per il nostro popolo! Presidente del Comitato Centrale del CPRF GA Zyuganov.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Le "non persone" di Gaza di Paolo Desogus Le "non persone" di Gaza

Le "non persone" di Gaza

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez di Geraldina Colotti Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez

Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura di Michelangelo Severgnini 20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura

20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa" di Paolo Arigotti La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa"

La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa"

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti