/ I caccia J-31 della Cina hanno la capacità di abbattere gli F-35

I caccia J-31 della Cina hanno la capacità di abbattere gli F-35

 
 

Il caccia J-31 prodotto dalla Cina ha la capacità di abbattere gli F-35. Questo è quanto pensano vari esperti militari. 

 

Il presidente di un'importante compagnia di difesa cinese ha affermato che l'aereo da caccia stealth J-31 della Cina potrebbe sicuramente sconfiggere l'F-35 Joint Strike Fighter. «È una certezza», ha sentenziato Lin Zuoming, presidente della Aviation Industry Corp della Cina (Avic), società statale di difesa che produce il velivolo J-31. 

 

Secondo quanto riferisce l’agenzia Reuters il caccia J-31 andrebbe a costituire sul mercato internazionale l’alternativa a basso costo dell’F-35, velivolo su cui permangono numerosi dubbi, i cui costi sono segnalati in continua ascesa. 

 

Il J-31, è un jet bimotore (russo RD-93s) che ha effettuato il suo primo volo nel 2012. Il caccia ha fatto la sua prima apparizione pubblica allo Zhuhai Air Show in Cina. 

 

Molto prima dello Zhuhai Air Show, i funzionari cinesi hanno iniziato a confrontare il J-31 con l'F-35, suggerendo di poter competere con il Joint Strike Fighter sui mercati internazionali.

Ad agosto 2013, per esempio, il Quotidiano del Popolo, giornale ufficiale del Partito Comunista Cinese, conteneva un articolo dove veniva affermato che il caccia J-31 "rappresenta una seria minaccia per i fabbricanti di armi statunitensi”. 

 

Articolo che poi continuava affermando: "Gli esperti prevedono che il J-31 farà rapidi passi avanti nel mercato internazionale in futuro, e senza dubbio ruberà le luci della ribalta all'F-35".

 

Un anziano pilota americano ha ammesso a USNI News che, una volta operativi, i caccia J-31 “saranno alla pari con i nostri jet di quinta generazione”. 

Fonte: Reuters - The National Interest - Quotidiano del Popolo
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa