Il nuovo saccheggio dell'Italia è iniziato

Il nuovo saccheggio dell'Italia è iniziato

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Di Francesco Erspamer

Anche "La Repubblica" passa al gruppo finanziario degli Agnelli, la Exor, convenientemente basata in Olanda per pagare meno tasse e dunque avere soldi da destinare, invece che allo Stato, alle lobby e al controllo dell'informazione con cui premere per ottenere ulteriori agevolazioni e fare ancora più soldi... e avanti così. Il quotidiano romano si aggiunge alla Stampa, al Secolo XIX, all'Espresso, a HuffPost Italia, la Gazzetta di Modena e parecchi altri giornali locali e online, oltre a radio nazionali e emittenti televisiva.

Una concentrazione monopolistica che si affianca a quelle di Berlusconi e di Cairo. Merito di chi? Innanzi tutto dei radicali, che dagli anni settanta hanno ossessivamente promosso l'idea della liberalizzazione, e poi naturalmente delle legioni di italiani che per un po' di pornografia e altre americanate in tv si sono frettolosamente venduti il pluralismo faticosamente conquistato da un secolo di lotte politiche e socali e dalla Resistenza che oggi inutilmente celebriamo. 

E mentre questo accade, cosa fa il M5S? Continua a credere si possa fare propaganda e informazione con la piattaforma Rousseau, come se allora Exor non avrebbe investito lì invece di perdere tempo e soldi con mezzi tradizionali. Peggio, il governo neanche riesce a buttare fuori dalla dirigenza della Rai i due leghisti che guidano oscene campagne eversive malgrado l'emergenza. Il controllo dei media (a livello di partito) e la loro regolamentazione (una nuova legge sulll'editoria) non sono lussi per tempi più tranquilli: sono la conditio sine qua del pluralismo democratico e sono l'assoluta priorità per impedire che l'americano John Elkann (di nome e di nascita) e qualche altro miliardario globalista trasformino anche questa crisi in un'occasione per depredare il nostro paese e stabilire un'egemonia a quel punto inattaccabile.

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative di Michele Blanco OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti