Il Venezuela vende 570 milioni di dollari di oro nonostante le sanzioni statunitensi

Il Venezuela vende 570 milioni di dollari di oro nonostante le sanzioni statunitensi

Nonostante le sanzioni imposte dagli Stati Uniti, il Venezuela è stato in grado di vendere 570 milioni di dollari in oro dalle riserve della Banca Centrale.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Il Venezuela ha venduto 570 milioni di dollari in riserve auree della Banca Centrale nelle ultime due settimane, evitando le sanzioni del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti progettato per congelare i beni dell'Amministrazione venezuelana guidata dal Presidente Nicolas Maduro, ha riferito, ieri, il portale Bloomberg.


 
Il rapporto ha riferito che il paese bolivariano ha venduto circa 9,7 tonnellate di oro il 10 maggio e 4 tonnellate supplementari tre giorni dopo e i ricavi saranno utilizzati in parte per finanziare le importazioni attraverso l'ufficio del commercio estero.
 
Da aprile, il paese bolivariano ha venduto 23 tonnellate d'oro.
 
Lo stesso mese di aprile, l'Office of Control of Foreign Assets, OFAC, del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha includeso la Banca Centrale del Venezuela nella sua lista di entità sanzionate.
 
Sebbene le sanzioni mirino a soffocare l'economia venezuelana, il paese caraibico ha venduto oro a società straniere, tra cui la Turchia e gli Emirati Arabi Uniti (EAU).
 
L'oro è attualmente la maggior parte delle riserve del Venezuela, almeno 1 miliardo e 200 milioni di dollari di questo metallo prezioso è depositato nella Bank of England, che recentemente ha bloccato i ripetuti tentativi di Maduro di ritirarlo.
 

Potrebbe anche interessarti

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

C'era una volta il servizio sanitario nazionale di Gilberto Trombetta C'era una volta il servizio sanitario nazionale

C'era una volta il servizio sanitario nazionale

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara di Michelangelo Severgnini I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente