Incontro Maduro - Ali: Venezuela e Guyana esprimono la volontà di proseguire il dialogo

Incontro Maduro - Ali: Venezuela e Guyana esprimono la volontà di proseguire il dialogo

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

I presidenti della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás Maduro, e della Repubblica Cooperativa di Guyana, Irfaan Ali, hanno dato avvio nel pomeriggio di giovedì 14 dicembre il dialogo ad alto livello presso l'aeroporto internazionale di Argyle a Kingstown, capitale di St. Vincent e Grenadine, per discutere le questioni relative alla disputa sul confine dell'Esequibo.

Questo incontro fa seguito a un'iniziativa diplomatica promossa dal Primo Ministro di Saint Vincent e Grenadine, Ralph Gonsalves, che presiede la Comunità degli Stati dell'America Latina e dei Caraibi (CELAC), nonché a un'azione promossa dalla Comunità dei Caraibi (Caricom) e accompagnata anche dai buoni uffici del Presidente del Brasile, Luiz Inácio "Lula" da Silva.

Le Nazioni Unite (ONU) partecipano alla riunione in qualità di osservatore con l'inviato speciale di Antonio Guterres, il Capo di Stato Maggiore Earle Courtenay Rattray.

Anche Celso Amorim, diplomatico di carriera e capo del Consiglio speciale della Presidenza della Repubblica federativa del Brasile, partecipa a nome del Brasile.

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha dichiarato all'inizio della settimana che spera che l'incontro a St. Vincent e Grenadine con il suo omologo guyanese, Irfaan Ali, sulla disputa per il territorio Esequibo, che ha una superficie di 160.000 chilometri quadrati, sia un "punto di partenza verso il ritorno ai negoziati", che sono stati "interrotti negli ultimi anni".

In una lettera indirizzata al primo ministro di Saint Vincent e Grenadine, Ralph Gonsalves, il leader venezuelano ha affermato di aver accolto con favore "l'iniziativa" dell'incontro con la "speranza che diventi un punto di partenza per il ritorno dei negoziati diretti" con la Guyana.

Sembra che gli auspici di Maduro possano realizzarsi. A conclusione di questo incontro, si è imposta a Kingstown la Diplomazia Bolivariana della Pace. 

Con una stretta di mano, entrambi i leader hanno ribadito la volontà di continuare il dialogo per risolvere pacificamente la controversia.

Secondo quanto emerso da questo primo incontro entrambe le parti hanno raggiunto un punto d'incontro soddisfacente. Il presidente Nicolás Maduro, in diverse occasioni, ha insistito sulla necessità di portare a termine tutte le azioni relative a questa storica disputa, sulla base dell'Accordo di Ginevra, che è stato approvato in modo schiacciante dal popolo venezuelano lo scorso 3 dicembre, nel referendum consultivo per la difesa della Guyana Esequiba.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti