Iran e Russia uniscono il Golfo Persico al Mar Nero, tra le preoccupazioni dei nemici

Iran e Russia uniscono il Golfo Persico al Mar Nero, tra le preoccupazioni dei nemici

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Iran, Azerbaigian e Georgia attiveranno questa settimana un nuovo corridoio che collegherà il Golfo Persico con il Mar Nero, secondo l'ambasciatore iraniano a Baku.

In un tweet pubblicato oggi, Seyed Abas Mousavi ha affermato che in seguito alla riattivazione del Corridoio ECO (Pakistan, Iran, Turchia) e al lancio pilota del Corridoio globale nord-sud (Finlandia, Russia, Azerbaigian, Iran, Golfo Persico e India ) questa settimana sarà attivato un nuovo corridoio che collega Iran, Azerbaigian, Georgia, Mar Nero ed Europa.

Si è tenuto a Mosca, lo scorso 10 dicembre il primo incontro di cooperazione regionale, denominato format 3+3, che comprende tre Paesi del Caucaso meridionale (Azerbaigian, Armenia e Georgia) e tre Paesi limitrofi, ovvero Russia, Turchia e Repubblica Islamica dell'Iran, con la partecipazione del vicepresidente -cancellieri di questi paesi il 10 dicembre a Mosca,.

L'Iran è uno dei paesi che ha uno status speciale nelle relazioni commerciali e di transito grazie alla sua posizione strategica e alla diversa geografia, poiché diversi importanti corridoi internazionali attraversano il territorio persiano.

Nel sud dell'Iran si trova il Golfo Persico, dove si trovano i maggiori paesi produttori di petrolio al mondo. A nord dell'Iran si trova il Mar Caspio, che è il miglior ponte tra Iran, Russia, Kazakistan, Turkmenistan e Azerbaigian e può svolgere un ruolo rilevante nel commercio tra questi paesi.

Gli stati costieri del Mar Nero comprendono la Georgia a est, la Russia e l'Ucraina a nord, la Romania e la Bulgaria a ovest e la Turchia a sud con una lunghezza costiera di 4,4 km.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti