JorComV: analisi e riflessione sul giornalismo latinoamericano alla Facoltà di Comunicazione dell’Università Salesiana di Quito

JorComV: analisi e riflessione sul giornalismo latinoamericano alla Facoltà di Comunicazione dell’Università Salesiana di Quito

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

di Davide Matrone

Nella Facoltà di Comunicazione dell’Università Politecnica Salesiana nei giorni 9-10-11 si terranno una serie di conferenze magistrali, dibattiti e incontri con la partecipazione di importanti accademici nazionali, latinoamericani ed internazionali.

Le giornate della comunicazione, giunte alla V edizione, quest’anno si centreranno sulle nuove sfide che attendono il giornalismo regionale sui cambiamenti sociali, economici e politici in atto.

Narrative emergenti nel giornalismo contemporaneo è stata la Conferenza inaugurale di queste giornate di analisi, studio e riflessione sulle nuove narrative del giornalismo latinoamericano contemporaneo. Omar Rincón docente dell’Università delle Ande di Colombia e Docente di Scienze Umani e Sociali dell’Università Nazionale di Bogotà, nonché scrittore, artista e giornalista ha spronato ai professionisti della comunicazione a rompere le scatole e non essere addomesticati dal regime di turno. Rincón ha fatto enfasi a un tipo di giornalismo che nelle ultime settimane sta narrando una serie di nefandezze sugli avvenimenti tragici colombiani. In Colombia i 4 uomini piú ricchi del paese, controllano i 4 network piú potenti di Colombia. É evidente che di fronte a questo scenario, il giornalismo soccombre di fronte al grande potere economico. “Il giornalista non dev’essere buono” parafrasando Kapuscinski “deve rompere le scatole e questionare costantemente”.

Il suo intervento ha poi posto enfasi, in modo critico, sulla crisi giornalistica e sulle narrative emergenti. Ha spiegato, inoltre, quali sono i fenomeni che provocano, oggi, una serie di crisi nel mondo giornalistico contemporaneo in America Latina. C’é una crisi della libertà d’espressione e nella narrazione giornalistica. “Bisogna formare giornalisti che cambiano la dinamiche perverse dei mezzi di comunicazione, piuttosto che essere inghiottiti dagli stessi”. C’é una preoccupazione sul “come fare giornalismo” dalle formule tradizionali. In questo scenario contemporaneo, l’accademico colombiano ha incentivato le nuove generazioni di giornalisti a sfidare le nuove forme narrative convenzionali. “La crisi non è tanto dei giornalisti, bensí dei mezzi di comunicazione” ha dichiarato. “Bisogna separare l’affare mediatico dall’assunto giornalistico, cercando di gestire progetti giornalistici con l’agenda narrativa ed uno stile proprio. I nuovi formati narrativi devono connettarsi con le audienze contemporanee, con la cultura popolare e le nuove tecnologie al servizio dei cittadini.

L'evento JorComV è organizzato da:

Narcisa Medranda, direttrice della Facoltà di Comunicazione dell'Università Politecnica Salesiana;

i docenti:
Jaime Morejón
Vanesa Vanegas
Carlos Martínez
Patricio Rosas



Potrebbe anche interessarti

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori? di Savino Balzano Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori?

Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori?

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni di Thomas Fazi Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta di Antonio Di Siena Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

La violenza di Schrodinger di Gilberto Trombetta La violenza di Schrodinger

La violenza di Schrodinger

La rabbia sociale non è fascismo di Michelangelo Severgnini La rabbia sociale non è fascismo

La rabbia sociale non è fascismo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti