La Bolivia scommette sui BRICS come via di sviluppo

La Bolivia scommette sui BRICS come via di sviluppo

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il presidente della Bolivia, Luis Arce, ha sottolineato l'importanza strategica del blocco commerciale composto dai Paesi in via di sviluppo Brics+ che, secondo Arce, “aprirà molte possibilità di commercio e di accesso alle risorse economiche” per il Paese sudamericano.

Questi risultati, secondo il presidente sudamericano, potranno essere realizzati dopo la definizione del processo di ingresso della Bolivia nel blocco commerciale.

“I Brics sono uno spazio in cui si aprono enormi possibilità di commercio, di accesso alle risorse finanziarie e di accelerazione del nostro sviluppo economico e sociale, che ci proietterà verso un nuovo futuro”, ha dichiarato il leader boliviano in occasione di un evento pubblico tenutosi nella capitale La Paz.

“Pertanto, è fondamentale persistere nel modo sovrano, antiegemonico e multipolare”, ha aggiunto.

D'altra parte, Arce ha sottolineato che questa sovranità dovrebbe essere completamente sottratta alla “dipendenza dall'egemonia statunitense”.

“Abbiamo fatto importanti passi avanti con la Russia e la Cina, ad esempio, sulla questione del litio, e siamo sulla strada per incorporare la Bolivia nei Brics, dimostrando i vantaggi del multipolarismo rispetto all'unipolarismo”.

Per quanto riguarda l'aspetto economico, il presidente boliviano ha affermato che, come altre nazioni, il suo Paese ha “alcune difficoltà nella disponibilità del dollaro”. Tuttavia, questo non significa che ci sia “una crisi economica strutturale”, un'immagine che l'opposizione cerca di vendere con l'obiettivo di provocare una crisi politica e provocare la caduta del governo Arce.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Il macronismo al suo ultimo atto? di Paolo Desogus Il macronismo al suo ultimo atto?

Il macronismo al suo ultimo atto?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani di Giacomo Gabellini Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani

Il pericoloso bluff della NATO - Andrea Gaiani

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora di Giuseppe Masala Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora

Il "mastino della guerra" degli Stati Uniti colpirà ancora

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti