La Commissione europea mette per iscritto la nuova deflazione salariale che verrà

La Commissione europea mette per iscritto la nuova deflazione salariale che verrà

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

DISOCCUPAZIONE E DEFLAZIONE SALARIALE: LA UE È INCOMPATIBILE CON LA NOSTRA COSTITUZIONE

 

 

Com’era facile prevedere, la UE vuole trattare un’inflazione esogena (causata cioè da stozzature dal lato dell’offerta e dall’aumento delle materie prime, soprattutto energetiche) come fosse un’inflazione endogena, dovuta cioè a un aumento della domanda.

Vuole insomma approfittare dell’ennesima crisi (che ha largamente contribuito a creare con le sue folli scelte, sia energetiche che di politica estera) per comprimere ulteriormente i salari dei lavoratori.

Come? Sfruttando la mano d’opera a basso costo proveniente dall’estero.

Ammazzando cioè ulteriormente la domanda interna (ricordate quello che fece Monti vero?).

Non è una novità.

la UE è nata per questo.

l’Inflazione l’hanno sempre tenuta bassa in questo modo: disoccupazione, sottoccupazione e deflazione salariale. 

Non certo attraverso le politiche monetarie della BCE (che, al limite, controlla – e male - i tassi di interesse e il valore dell’euro sul mercato valutario).

Per l’ennesima volta, se ce ne fosse ancora bisogno, l’Unione Europea si dimostra non solo incompatibile con quanto previsto dalla nostra Costituzione (piena occupazione e salari dignitosi), ma addirittura antitetica a essa.

Libera circolazione di merci, capitali e lavoratori sono gli strumenti attraverso i quali la UE da 30 anni porta avanti la lotta di classe contro i lavoratori.

Si tratta del vincolo esterno imposto dalla nostra classe politica – la peggiore per cialtroneria e servilismo nei confronti degli interessi esteri – per smontare pezzo per pezzo i diritti acquisiti in decenni di lotte dei lavoratori.

E così, di fronte a un’inflazione a cui bisognerebbe rispondere aumentando i salari (qualcuno si ricorderà ancora della scala mobile), al UE contrappone un potenziale esercito industriale di riserva per evitare che i lavoratori si azzardino a chiedere gli adeguamenti che gli sarebbero dovuti.

Non è fantapolitica. Non è complottismo.

Lo mette, nero su bianco, la Commissione Europea.

 

[fonte https://www.politico.eu/newsletter/brussels-playbook/debt-rules-vs-inflation-climate-backtracking-abad-start-for-macron/ via Giuseppe Liturri https://twitter.com/giuslit/status/1528645816868655104]

Gilberto Trombetta

Gilberto Trombetta

43 anni, giornalista politico economico e candidato Sindaco di Roma con la lista Riconquistare l'Italia del Fronte Sovranista Italiano

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Marmolada: strage del sistema di Giorgio Cremaschi Marmolada: strage del sistema

Marmolada: strage del sistema

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina di Marinella Mondaini Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti