La mattanza non si ferma nemmeno a Natale. Nuovo massacro in Colombia

La mattanza non si ferma nemmeno a Natale. Nuovo massacro in Colombia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Colombia paese di stragi, disuguaglianze, crimini impuniti e assenza di qualsiasi anche solo parvenza di democrazia. Paese che però viene coccolato, protetto e tenuto lontano da ogni critica dal decadente, sempre più ipocrito mondo occidentale, in quanto completamente asservito agli Stati Uniti. Questa è la triste realtà che i giornali nostrani non vi raccontano. 

I crimini non si fermano nemmeno a Natale. Un nuovo massacro è stato registrato in Colombia. La macabra contabilità del 2020 segna 89. Tre persone sono state uccise, tra cui un ex combattente delle FARC-EP, nella zona rurale del distretto di Chapinero, nel comune di Neiva.

Il massacro, i cui autori sono al momento sconosciuti secondo quanto riferisce l’emittente teleSUR, è avvenuto nel villaggio di Bajo Horizonte, nel distretto di Chapinero del dipartimento di Huila, nel sud della Colombia, secondo il rapporto delle autorità.

Una delle vittime è stata identificata come Mesías Pajoy Sabogal, un ex ribelle delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia - Esercito popolare (FARC-EP), ma che già da anni aveva abbandonato la lotta armata.

Pajoy Sabogal non era più un guerrigliero dal 2010 e da allora ha lavorato la terra in una fattoria. 

Secondo l'Istituto per lo Sviluppo e la Pace (Indepaz), i massacri perpetrati quest'anno nel paese si dimostrano come un "metodo di sottomissione, attraverso il terrore, nelle aree di interesse per gruppi armati illegali”.

"Nel 2020 raggiungiamo livelli simili a quelli verificatisi nel 2005 (134 massacri), soprattutto in 40 comuni della Bassa Cauca Antioqueño, Cauca nord e sud-occidentale, Nariño Pacifico, Putumayo e Catatumbo”.

Non c’è pace nemmeno a Natale per la martoriata Colombia. 

Potrebbe anche interessarti

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi di Giorgio Cremaschi I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

Manifestazioni contro il green pass. Cosa bisogna fare adesso di Francesco Santoianni Manifestazioni contro il green pass. Cosa bisogna fare adesso

Manifestazioni contro il green pass. Cosa bisogna fare adesso

Thomas Piketty, la Cina e Noi   di Bruno Guigue Thomas Piketty, la Cina e Noi

Thomas Piketty, la Cina e Noi

Alcune note scomode sul ddl Zan Alcune note scomode sul ddl Zan

Alcune note scomode sul ddl Zan

L'agenda politica dietro il "lasciapassare" di Antonio Di Siena L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

Covid-19(84) : il conflitto orizzontale definitivo di Gilberto Trombetta Covid-19(84) : il conflitto orizzontale definitivo

Covid-19(84) : il conflitto orizzontale definitivo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti