La proposta di legge Jim Banks la vera dichiarazione di guerra alla Russia?

La proposta di legge Jim Banks la vera dichiarazione di guerra alla Russia?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il repubblicano Jim Banks ha presentato una nuova bozza di misure restrittive contro la Russia, come si apprende dal sito web del Congresso degli Stati Uniti.

Jim Banks suggerisce di vietare le transazioni con il debito sovrano russo, secondo il disegno di legge ottenuto dal Washington Post.

"Non oltre 30 giorni dopo la data di entrata in vigore della presente legge, il Presidente emetterà regolamenti per vietare alle persone degli Stati Uniti di acquistare, vendere o altrimenti trattare in debito sovrano russo”, si legge nel documento. 

Secondo quanto informa il Washington Post la nuova bozza di sanzioni alla Russia proposta da Jim Banks comporta misure contro il Nord Stream 2 e le organizzazioni legate al progetto.

Secondo il quotidiano statunitense la bozza è intitolata “Putin Accountability Act” e include i seguenti elementi: 

 - dichiara come terroriste nel Donbass le forze "sostenute dalla Russia" e definisce la Russia come sponsor del terrorismo;

- divieto di operazioni con il debito pubblico russo;

- misure contro Nord Stream 2, comprese le organizzazioni e aziende ad esso associate e i suoi azionisti;

 - taglio dei fondi per il dialogo sulla sicurezza informatica fino a quando gli attacchi alle agenzie statunitensi non saranno terminati;

- interrompere i finanziamenti per il dialogo sulla stabilità strategica finché la Crimea rimane russa;

- sanzioni contro il presidente russo Vladimir Putin, tutti i membri del governo, nonché funzionari russi e funzionari della sicurezza, tra cui il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, il sindaco di Mosca Sergei Sobyanin, il primo vice presidente dell'amministrazione presidenziale Sergei Kiriyenko, il presidente della Commissione elettorale centrale Ella Pamfilova, il capo dell'amministrazione presidenziale Anton Vaino, il presidente del comitato investigativo Alexander Bastrykin, il direttore dell'FSB Alexander Bortnikov, il capo della Guardia nazionale Viktor Zolotov e il procuratore generale Yuri Chaika;

- sanzioni contro gli uomini d'affari russi: Roman Abramovich, Alisher Usmanov, Oleg Deripaska, Igor Sechin, Alexei Miller, Andrey Kostin, Gennady Timchenko, il progetto menziona ulteriormente VEB e persone correlate, nonché Dmitry Rybolovlev, Mikhail Fridman, Petr Aven, Mikhail Gutseriev e Aleksandr Vinokurov;

- sanzioni contro i giornalisti: il caporedattore di MIA Rossiya Segodnya e RT Margarita Simonyan, il presentatore televisivo e radiofonico Vladimir Solovyov e il direttore generale di Channel One Konstantin Ernst.

Il giorno precedente alla presentazione della bozza, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, durante una conferenza stampa dedicata all'anniversario del suo incarico, aveva affermato che Washington era pronta ad accettare un nuovo pacchetto di restrizioni contro Mosca in caso di aggravamento della situazione Ucraina. Tra le possibili misure, ha citato il divieto alle banche russe di effettuare transazioni in dollari e la disconnessione dal sistema di pagamento SWIFT.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo