L'austerità è stata controproducente in Spagna, Portogallo e Italia. L'Istituto tedesco per la ricerca economica (DIW)

L'austerità è stata controproducente in Spagna, Portogallo e Italia.   L'Istituto tedesco per la ricerca economica (DIW)

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 Uno studio dell''Istituto tedesco per la ricerca economica (DIW di Berlino) ha dimostrato che, in una certa misura, le drastiche misure di austerità hanno neutralizzato gli effetti delle riforma strutturali. I paesi colpiti sono ricaduti in recessione senza aver migliorato la loro posizione finanziaria - una politica equilibrata sarebbe stata preferibile.



Le misure di austerità e glia umenti delle tasse attuate dal 2010 in poi non hanno ridotto il debito sovrano in Spagna, Portogallo e Italia. Al contrario hanno portato le tre economie in recessione. Il fallimento della strategia di consolidamento non è il risultato di una mancanza di volontà di riformare da parte dei governi interessati. In realtà, i drammatici tagli alla spesa e gli aumenti delle tasse hanno impedito alle riforme che sono state attuate di aviluppare il loro pieno effetto. Questo è il risultato di un nuovo studio del DIW di Berlino, che ha esaminato gli effetti della politica di austerità in Spagna, Portogallo e Italia per il periodo 2010-2014.

La politica di austerità ha anche amplificato gli effetti della recessione. Le misure implementate hanno strozzato l'occupazione, che è già diminuisce in una recessione, e creato più disoccupazione di lunga durata. Il mercato del lavoro perde know-how. Le misure di austerità amplificano anche il calo della spesa aziendale in ricerca e sviluppo, che a sua volta ha un impatto negativo sulla produzione potenziale. "In condizioni come queste, le economie possono recuperare solo molto lentamente", ha detto l'autore Philipp Engler. "E più a lungo dura la recessione, più il bilancio pubblico soffre. In un tale contesto, il consolidamento di bilancio non ha alcuna possibilità di successo ". 

I due autori dello studio concludono che una miscela equilibrata di politiche quali misure moderate di austerità, riforme strutturali e riallocazione di bilancio a favore degli investimenti sono preferibili al consolidamento di bilancio di vasta portata.  
 


 

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti