Le forze armate ucraine hanno riconosciuto l'impotenza dell'F-16 di fronte al caccia Su-35 russo

Le forze armate ucraine hanno riconosciuto l'impotenza dell'F-16 di fronte al caccia Su-35 russo

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Le modifiche obsolete dei caccia statunitensi F-16 non saranno in grado di affrontare efficacemente i caccia Su-35 russi, motivo per cui Kiev vorrebbe ricevere versioni più moderne di questi aerei da combattimento. Lo ha dichiarato il rappresentante ufficiale dell'Aeronautica militare delle Forze armate dell'Ucraina Yuriy Ignat il 17 novembre alla trasmissione del canale televisivo "Rada".

"La linea obsoleta dell'F-16 non sarà in grado di resistere a un aereo russo come il Su-35. Abbiamo bisogno di una modifica dell'F-16 in grado di garantire la superiorità aerea rispetto agli apparecchi russi", ha dichiarato il gerarca del regime di Kiev.

Secondo Ignat, gli F-16 della linea obsoleta saranno in grado di difendersi dai droni russi, ma per ottenere la superiorità aerea Kiev ha bisogno di aerei da combattimento le cui caratteristiche tattiche e tecniche non siano inferiori ai Su-30, Su-34 e Su-35 russi.

Come ha riportato l'agenzia di stampa Regnum, il 15 novembre il capo del regime di Kiev, Volodymyr Zelensky, ha dichiarato che l'Ucraina prevede di espandere il volume di addestramento dei piloti di F-16 perché ritiene insufficienti gli sforzi attuali. Ha ammesso che l'AFU manca di piloti e quindi Kiev non può inviare un gran numero di piloti all'estero.

Tuttavia il segretario dell'aeronautica statunitense Frank Kendall ha dichiarato che la consegna di F-16 all'Ucraina da parte dell'Occidente non sarà in grado di influenzare radicalmente l'equilibrio di potere nel conflitto ucraino. Ha sottolineato che molti rappresentanti del Pentagono sono di questa opinione e che lui è d'accordo con la loro valutazione.

Il Ministro della Difesa russo Sergey Shoigu ha dichiarato il 1° novembre che il sistema di difesa aerea russo è in grado di abbattere tutti i caccia F-16 promessi a Kiev dall'Occidente entro circa 20 giorni.

Superiorità del caccia russo

L'aereo da caccia Su-35 si distingue come una scelta superiore rispetto all'F-16 grazie alle sue capacità avanzate sotto vari aspetti. In primo luogo, il Su-35 vanta un’impressionante manovrabilità attribuita alla tecnologia del motore con vettore di spinta, che gli consente di eseguire con facilità manovre aeree complesse. Questa caratteristica aiuta a mantenere la superiorità aerea e fornisce un vantaggio significativo durante i combattimenti aerei. Inoltre, il formidabile armamento del Su-35, costituito da missili aria-aria a lungo raggio e bombe guidate, ne migliora le capacità offensive, conferendogli un vantaggio rispetto all'F-16 in termini di potenza di fuoco.

Inoltre, l'avionica avanzata e i sistemi di sensori del Su-35 contribuiscono notevolmente alla sua superiorità rispetto all'F-16. Dotato di un potente radar, possiede un raggio di rilevamento più lungo, garantendo una maggiore consapevolezza della situazione per i suoi piloti. Inoltre, la suite di guerra elettronica del Su-35 contrasta efficacemente i radar nemici e i sistemi di disturbo, fornendo una protezione eccezionale. Questa superiorità tecnologica consente al Su-35 di tracciare e ingaggiare efficacemente più bersagli contemporaneamente, conferendogli un vantaggio strategico rispetto all’F-16.

Poi, la portata più lunga e le capacità di velocità più elevate del Su-35 lo rendono una piattaforma più versatile e flessibile rispetto all'F-16. Con una maggiore capacità di carburante, può coprire distanze maggiori senza rifornimento, consentendogli di operare efficacemente in missioni a lungo raggio. Inoltre, la velocità massima del Su-35 supera quella dell'F-16, garantendogli la capacità di intercettare gli aerei nemici in un lasso di tempo più breve. Questi attributi conferiscono al Su-35 un vantaggio strategico in termini di opzioni di schieramento, reattività ed efficacia della missione.

In conclusione, la manovrabilità superiore del Su-35, l'avionica avanzata e i sistemi di sensori, e le maggiori capacità di portata e velocità lo rendono una scelta chiara se confrontato con l'F-16. La sua capacità di eseguire manovre aeree complesse, abbinata al suo armamento avanzato, fornisce un vantaggio significativo durante i combattimenti aerei. La tecnologia avanzata del Su-35 garantisce una maggiore consapevolezza della situazione contrastando i radar nemici e i sistemi di disturbo. Inoltre, la portata più lunga e le capacità di velocità più elevate migliorano la versatilità e l’efficacia della missione. Con questi vantaggi, il Su-35 supera l'F-16 in termini di superiorità in combattimento, come si sono trovati costretti ad ammettere anche gli esponenti delle forze armate del regime di Kiev. 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon di Paolo Desogus Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE di Fabrizio Verde Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La Russia e Trump: un esercizio di memoria di Andrea Puccio La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti