/ Le tariffe di Trump contro la Cina significano un Natale meno all...

Le tariffe di Trump contro la Cina significano un Natale meno allegro negli Stati Uniti

 


di Hu Weijia - Global Times
 

Se la Cina gioca la carta dell'economia delle vacanze per colpire gli Stati Uniti nella guerra commerciale, quest'anno gli statunitensi potrebbero trascorrere un Natale indimenticabile con aumenti dei prezzi per alberi di Natale, renne di plastica, ghirlande scintillanti e persino Bibbie.

 

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato all'inizio di questa settimana che sta ritardando alcune tariffe sulle importazioni cinesi a causa del periodo natalizio, "nel caso in cui alcune delle tariffe avrebbero un impatto sui clienti statunitensi". Trump ha affermato in precedenza che la Cina sta pagando l'intero prezzo delle sue tariffe, ma ora ha cambiato il suo mantra secondo il quale le tariffe potrebbero avere un impatto sui consumatori statunitensi.

 

Alcune statistiche mostrano che i due terzi delle decorazioni natalizie del mondo sono prodotte a Yiwu, nella provincia di Zhejiang, nella Cina orientale. Negli Stati Uniti, circa il 90 percento degli ornamenti e delle luci natalizie proviene dalla Cina, secondo quanto riportato da Marketplace.org, citando i dati dell'Ufficio censimenti degli Stati Uniti.

 

Non solo gli ornamenti natalizi ma anche una vasta gamma di prodotti made in China detengono una grande quota di mercato negli Stati Uniti, quindi i consumatori statunitensi potrebbero dover sostenere prezzi più alti a causa delle tariffe di Trump, perché i paesi al di fuori della Cina difficilmente possono sviluppare una capacità produttiva che è abbastanza grande da soddisfare la domanda del mercato statunitense a breve termine. Ecco perché Trump ha ritirato alcune tariffe in sospeso prima della stagione natalizia.

 

Gli Stati Uniti stanno ritardando le tariffe su articoli made in China come cellulari, computer portatili, console per videogiochi e alcuni giocattoli, calzature e abbigliamento.

 

Ciò significa che il mercato statunitense ha una domanda rigida per tali articoli e può tollerare aumenti di prezzo.

 

Questo può essere un ostacolo negoziale nei negoziati commerciali della Cina con gli Stati Uniti: Trump può ritardare le tariffe sulle importazioni dalla Cina per frenare l'inflazione, quindi la Cina può incoraggiare le sue società ad aumentare i prezzi di determinati prodotti per aumentare l'inflazione.

 

Anche se gli esportatori cinesi aumentano i loro prezzi, i consumatori statunitensi non possono trovare prodotti alternativi a breve termine.

Ciò potrebbe dare un vantaggio alla Cina durante la prossima stagione di shopping natalizio.

 

La Cina non si accontenterà di giocare solo in difesa nella guerra commerciale. La decisione di Trump di ritardare le tariffe ricorda alla Cina che può scegliere determinati prodotti su cui aumentare i prezzi sul mercato statunitense.

 

La maggior parte degli editori statunitensi stampa la Bibbia e alcuni altri testi religiosi in Cina. Se la guerra commerciale lanciata dagli Stati Uniti si traduce in un aumento dei prezzi o addirittura in una carenza di Bibbie durante le vacanze di Natale, gli statunitensi saranno profondamente colpiti dall'interconnessione tra Cina ed economia degli Stati Uniti.

 

(Traduzione de l’AntiDiplomatico)



 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa