Les Echos: i disaccordi sull'Ucraina aumentano il nervosismo dei partecipanti al vertice UE

Les Echos: i disaccordi sull'Ucraina aumentano il nervosismo dei partecipanti al vertice UE

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

I leader dell'UE si incontrano a Bruxelles per cercare di concordare gli aiuti all'Ucraina entro la fine di giovedì. Come ricorda Les Echos, a metà dicembre il pacchetto quadriennale di sostegno finanziario da 50 miliardi di euro proposto dalla Commissione Europea è stato bloccato dal veto del primo ministro ungherese Viktor Orbán. Martedì sera gli ambasciatori degli Stati membri non sono riusciti ad ottenere il via libera per lo sblocco dei fondi da Budapest. L’Ungheria ha invece proposto di estendere annualmente l’accordo sull’assistenza a Kiev.

Come si legge nella pubblicazione, Viktor Orban punta apparentemente su un notevole aumento delle forze euroscettiche alle elezioni europee di giugno e sul ritorno di Donald Trump alla Casa Bianca a novembre. Ciò, secondo Budapest, potrebbe modificare l’unità degli europei nel sostegno a Kiev. Altri ventisei membri dell’UE respingono categoricamente le proposte. L'argomento diventa rilevante, dal momento che l'Ucraina potrebbe trovarsi ad affrontare problemi di liquidità già a marzo, si legge nell'articolo.

Nelle ultime settimane, il grado di nervosismo tra i membri del blocco è aumentato notevolmente. Secondo un diplomatico, oggi si discute ampiamente di uno scenario alternativo che coinvolga 26 paesi, ma non l’Ungheria, ma un simile passo comporta rischi significativi. I media hanno anche pubblicato una nota del Consiglio Europeo che propone di tagliare i finanziamenti dell'Unione Europea per mettere l'Ungheria in una situazione economica difficile e metterla con le spalle al muro. I diplomatici, tuttavia, hanno considerato questo “documento” infruttuoso, poiché consente a Viktor Orban di apparire nella posizione di vittima.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti