L'incidente dell'F-35C sulla portaerei nel Mar Cinese Meridionale mostra che i caccia USA hanno problemi

L'incidente dell'F-35C sulla portaerei nel Mar Cinese Meridionale mostra che i caccia USA hanno problemi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

Il giorno seguente l’ingresso nel Mar Cinese Meridionale di un grosso gruppo di caccia statunitensi accompagnati da due portaerei, una parata muscolare diretta a intimidire Pechino, un caccia stealth F-35C ha avuto un incidente di atterraggio su una delle portaerei durante le operazioni di volo. 

Un caccia stealth F-35C ha avuto un incidente durante l'atterraggio sul ponte mentre la USS Carl Vinson stava conducendo operazioni di volo di routine nel Mar Cinese Meridionale, ha annunciato la Marina degli Stati Uniti in una dichiarazione.

Il pilota è riuscito ad espellersi dal velivolo ed è stato recuperato da un elicottero militare degli Stati Uniti ed è attualmente in condizioni stabili, si legge nella dichiarazione statunitense. Mentre sette marinai sono stati feriti, tre di loro hanno richiesto l'evacuazione in una struttura di trattamento medico a Manila, nelle Filippine, mentre gli altri quattro sono stati trattati dal personale medico di bordo.

Le portaerei USS Carl Vinson e USS Abraham Lincoln hanno iniziato operazioni militari nel Mar Cinese Meridionale domenica. Nella giornata di sabato le due portaerei hanno concluso un'esercitazione congiunta USA-Giappone nel Mar delle Filippine a sud di Okinawa, che si trova a est dell'isola di Taiwan.

L'incidente dell'F-35C ha avuto luogo quando l'esercito degli Stati Uniti stava flettendo i suoi muscoli, ma li ha sforzati troppo, ha affermato Zhang Junshe, un ricercatore senior presso la Naval Research Academy dell'Esercito Popolare di Liberazione, al Global Times. 

Aerei da guerra e navi da guerra statunitensi subiscono spesso incidenti nel Pacifico occidentale, compresa la collisione del sottomarino d'attacco a propulsione nucleare di classe Seawolf, USS Connecticut, nel Mar Cinese meridionale pochi mesi prima. Questi incidenti sono dovuti al dispiegamento intensivo dell'esercito statunitense, che ogni anno ostenta la sua prodezza inviando aerei da guerra e navi da guerra e creando problemi, ha detto Zhang.

Queste operazioni mettono il personale militare americano sotto alta tensione e lo esauriscono fisicamente e mentalmente, ha detto Zhang. "Gli incidenti sono inevitabili in questa situazione". 

L'esercito degli Stati Uniti dovrebbe smettere di creare problemi, smettere di violare la sovranità e la sicurezza degli altri paesi, o altri incidenti sono destinati ad accadere, ha avvertito Zhang.

Secondo l’esperto militare cinese Wei Dongxu, l’incidente dimostra l'F-35C probabilmente non ha raggiunto uno stato operativo affidabile.

Il pilota potrebbe avere ancora poca dimestichezza con il nuovo aereo, o l'aereo stesso qualche problema. Citando un portavoce della settima flotta della marina statunitense, la CNN ha riferito martedì che l'impatto al ponte di volo della portaerei è stato "superficiale" e la nave da guerra ha ripreso le sue normali operazioni. 

Un esperto militare ha dichiarato al Global Times che se parti del velivolo fossero cadute nell’oceano, ciò provocherebbe molto nervosismo in quel di Washington poiché il relitto o parti di esso potrebbero contenere molti segreti tecnologici.  

 

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Vladimir Putin concede la cittadinanza russa a Edward Snowden di Marinella Mondaini Vladimir Putin concede la cittadinanza russa a Edward Snowden

Vladimir Putin concede la cittadinanza russa a Edward Snowden

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Il "nuovo" governo dei migliori e il vincolo esterno di Gilberto Trombetta Il "nuovo" governo dei migliori e il vincolo esterno

Il "nuovo" governo dei migliori e il vincolo esterno

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra