/ L'Iran prevede "mesi dolorosi" per il mercato petrolifero

L'Iran prevede "mesi dolorosi" per il mercato petrolifero

 

Le nuove sanzioni sull'Iran imposte dagli Stati Uniti porteranno "mesi dolorosi" per il mercato petrolifero, avverte il ministro del Petrolio iraniano Biyan Namdar Zangane.


In un'intervista rilasciata a Shana, il sito ufficiale del Ministero del Petrolio dell'Iran, Biyan Namdar Zangane osserva che la decisione di Washington di esentare temporaneamente otto paesi da sanzioni contro l'Iran non può soddisfare la domanda globale di greggio in futuro.
 
"Il livello delle esenzioni non corrisponde alla domanda globale. Pertanto, devo dire che, purtroppo, nel prossimo futuro potrebbero essere previsti dolorosi mesi per i consumatori di petrolio ", ha affermato.
 
L'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha applicato il suo secondo round di sanzioni contro l'Iran lunedì scorso, prendendo di mira i settori del petrolio, delle banche e dei trasporti, anche se Cina, India, Italia, Grecia, Giappone, Corea del Sud, Taiwan e Turchia sono stati esclusi.

 
La decisione di esentare questi otto paesi, afferma Zangane nella sua intervista, equivale al riconoscimento da parte dell'amministrazione statunitense dell'impossibilità di eliminare l'Iran dal mercato petrolifero mondiale.
 
"Nonostante le grida di battaglia lanciate da Mr. Trump e diversi produttori di petrolio nella regione, il governo degli Stati Uniti ha finalmente riconosciuto che c'è una grave carenza di petrolio nel mercato mondiale e l'impossibilità di far uscire l'Iran da questo mercato", ha spiegato il ministro.
 
 
Fonte: Shana
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa