/ Meglio di F-35, F-22 e Su-57. Il caccia MiG-25 di epoca sovietica...

Meglio di F-35, F-22 e Su-57. Il caccia MiG-25 di epoca sovietica è ancora il più veloce al mondo

 
 

Il jet più veloce del mondo? Questo è facile. La maggior parte delle persone sa che è l'SR-71, l'aereo da ricognizione così veloce che potrebbe superare i missili. Ma il caccia da combattimento più veloce? Bene, i sovietici crearono un jet da caccia capace di stare dietro l'SR-71 Blackbird, ed era così veloce che è ancora il jet da combattimento più veloce mai costruito. Ed è ancora in servizio oggi.

 

Il MiG-25 Foxbat sembra sgraziato e squadrato accanto ai caccia di quarta e quinta generazione. Il suo fratello più giovane, il MiG-29, è molto più elegante, e l'F-35, F-22 e persino il Su-57 dall'aspetto aggressivo rendono i poster da parete decisamente migliori del Foxbat.

 

La storia di Foxbat è abbastanza semplice. L’Unione Sovietica voleva un caccia in grado di volare al limite dello spazio con l'SR-71 e l'XB-70 Valkyrie. Gli ingegneri pensarono a motori così potenti da dover rafforzare la muscolatura, portando il telaio in lega di acciaio al nichel per registrare altezze e velocità. E gli ingegneri del Mikoyan e del Gurevich Design Bureau (MiG è un accorciamento di quel nome), erano alcuni dei migliori progettisti di motori al mondo.

 

Optarono per un doppio turbojet capace di spingere il MiG-25 a Mach 2.8 in condizioni operative e 3.2 se i piloti fossero disposti a rischiare i motori. L'aereo ha rapidamente stabilito record mondiali di velocità, tempo di saliti e altitudini massime per un caccia.

 

E questo ha spaventato gli Stati Uniti e il resto della NATO.

Il Foxbat non solo era incredibilmente veloce e potente, ma il suo design suggeriva che fosse super manovrabile, una caratteristica di design verso cui l'Occidente si stava muovendo.

 

Ma due eventi avrebbero cambiato completamente il calcolo per il Foxbat. Uno lo ha reso un aereo senza missione e l'altro ha tolto molta paura ai piloti che potrebbero essere chiamati ad affrontarlo.

 

In primo luogo, un incidente catastrofico uccise due piloti e distrusse il velivolo da test XB-70 Valkyrie da $ 500 milioni in un programma che già soffriva di problemi di costo.

 

E poi, un pilota sovietico disertò in Giappone con il suo MiG-25 nel 1976 e la NATO apprese che il Foxbat aveva superiorità aerea, gli ingegneri americani hanno capito che avrebbe quasi sempre un vantaggio in termini di velocità e altitudine rispetto agli aerei della NATO, ma non poteva capitalizzarla perché non dotato di un sistema radar per l’abbattimento. 

 

Era improbabile che un MiG-25 Foxbat potesse schivare i missili o vincere un combattimento. Con alcune modifiche alla dottrina, gli aerei come l'F-4 Phantom potrebbero costringere i MiG-25 alla fuga.

 

Tuttavia, il Foxbat ha continuato a funzionare nella Russia post-sovietica, ed è ancora il jet da combattimento più veloce e capace di volare più in alto del mondo. 

Fonte: wearethemighty.com
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa