Mosca: "Le relazioni tra Russia e Venezuela sono in continua espansione"

Mosca: "Le relazioni tra Russia e Venezuela sono in continua espansione"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Da RT

I ministri degli esteri di Russia e del Venezuela, Lavrov e Delcy Rodríguez, si sono incontrati oggi a Mosca per dare nuovo impulso alle relazioni bilaterali dei due paesi.

Le relazioni tra i due paesi "sono in piena espansione," e i Presidenti "comunicano regolarmente" attraverso "una commissione di alto livello che prende in esame tutte le questioni, il commercio e gli investimenti di cooperazione economica", ha detto Lavrov in merito alla riunione.

In questo senso, il ministro degli esteri russo ha molto apprezzato il sostegno del Venezuela ai processi di cooperazione tra la Russia ed i paesi latinoamericani e caraibici. Per quanto riguarda la questione petrolifera, entrambi i paesi concordano sul fatto che l'accordo raggiunto a Vienna lo scorso anno sulla riduzione della produzione di petrolio stabilizzerà domanda e offerta e sosterrà gli investimenti nel mercato del petrolio nel lungo termine, ha detto Lavrov.

Lavrov ha sottolineato poi il "ruolo importante", interpretato da Mosca e Caracas per il raggiungimento di quest'accordo nel dicembre dello scorso anno. Secondo Lavrov, la questione sarà discussa in dettaglio nel corso della riunione di oggi tra il ministro degli Esteri del Venezuela e ministro dell'energia russo Alexander Novak.

Nel frattempo, il ministro degli Esteri venezuelano ha detto che la Russia "ha un ruolo molto importante" per superare le "gravi sfide" che la comunità internazionale si trova di fronte. "La Russia è un giocatore globale e sostiene la stabilità e l'ordine in tutto il mondo," ha dichiarato Delcy Rogriguez che ha invitato formalmente Lavrov a visitare Caracas quest'anno.

 


Sulla crisi politica in Venezuela, Delcy Rodríguez, ha detto che "tutti i tentativi di rovesciare il governo legittimo del Venezuela falliranno" dal momento che "il popolo venezuelano si è impegnato per la democrazia e si distingue per i metodi pacifici nella conduzione di questa lotta. "

Il ministro venezuelano ha anche ricordato che nel 2015 il presidente Nicolas Maduro ha avviato il dialogo nazionale con l'opposizione, che è stato ostacolato dal carattere non "omogeneo" dell'opposizione, in quanto vi sono canali di dialogo ma anche dei "circoli estremisti" che agiscono sotto i dettami di Washington.

In questo senso, la "pressione esterna" contro il Venezuela si riflette anche nel blocco finanziario nei mercati internazionali, ha proseguito. Come ricordato, l'anno scorso sono arrivate navi in Venezuela con il cibo, ma il paese non poteva permettersi di pagare, perché c'era una banca che non accettava questi pagamenti.

"Queste sono le forme non convenzionali di attacco ai sistemi legislativo e costituzionale del Venezuela", ha concluso Delcy Rodriguez.

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti