/ Non solo tensioni commerciali: Nave da Guerra USA sfida Pechino

Non solo tensioni commerciali: Nave da Guerra USA sfida Pechino

 

Una nave da guerra americana penetra nella regione del Mar Cinese Meridionale: una sfida a Pechino nel bel mezzo delle tensioni economiche tra le due parti.


Come annunciato dall'esercito statunitense ieri, un cacciatorpediniere USS Preble ha navigato nello stesso giorno vicino all'isola contesa conosciuta come Scarborough Shoal (isola di Huangyan, secondo i cinesi) nel Mar Cinese Meridionale.
 
USS Preble ha effettuato un'operazione nel Mar Cinese Meridionale, secondo quanto riferito dall'agenzia di stampa britannica Reuters, citando il comandante Clay Doss, portavoce della settima flotta statunitense. .
 
Il cacciatorpediniere ha navigato a 12 miglia nautiche dall'isola con l'obiettivo di "sfidare pretese marittime eccessive e preservare l'accesso ai corsi d'acqua come regolato dalla legge internazionale", ha dichiarato, riferendosi alla Cina e alle sue pretese di sovranità.
 
Questa operazione militare di Washington è la seconda in questo mese di maggio nel Mar Cinese Meridionale: un tratto profondamente conteso dell'Oceano Pacifico - la Cina reclama quasi il 90% - e, inoltre, è scenario di tensioni costanti tra il gigante asiatico e gli Stati Uniti.
 
Washington ha inviato aerei e navi da guerra vicino agli isolotti controllati da Pechino con il pretesto di difendere la "libertà di navigazione".
Tuttavia, Pechino accusa Washington di destabilizzare l'area con i suoi movimenti, di violare la sua sovranità e di cercare di controllare le acque in questione.
 
"La libertà di navigazione non è una licenza per fare ciò che si vuole [...] Tale 'libertà' deve essere fermata. Altrimenti, il Mar Cinese Meridionale non sarà mai calmo ", ha avvertito l'ambasciatore cinese nel Regno Unito, Liu Xiaoming, con il pretesto usato dagli Stati Uniti per le loro operazioni militari in questo mare.
 
Questa nuova sfida di Washington nelle acque rivendicata da Pechino arriva in un momento di forti tensioni tra le due maggiori economie del mondo a causa della guerra commerciale avviata dagli Stati Uniti contro il gigante asiatico.
 
In questo contesto, la Direttrice del Fondo Monetario Internazionale (FMI), Christine Lagarde, ha avvertito che questa situazione mette a rischio le prospettive economiche globali.
 
Fonte: Reuters
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa