Oltre 90 milioni di dollari da Washington alle Ong "per la democrazia in Cina"

Oltre 90 milioni di dollari da Washington alle Ong "per la democrazia in Cina"

"Si tratta non solo di ingerenza, ma di attività sovversiva"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Diego Angelo Bertozzi

Secondo il giornale giapponese Asahi Shimbun ammonta a oltre 90 milioni di dollari l'aiuto fornito dal National Endowment for Democracy di Washington (organismo formalmente privato ma lautamente finanziato dal governo federale), dal 1984 al 2015, a oltre 100 gruppi cinesi "pro democrazia". Si tratta non solo di ingerenza negli affari interni di uno Stato, ma di una attività sovversiva e di una vera e propria guerra a bassa intensità. 
Tra i movimenti finanziati risultano - e non può essere certo una sorpresa - il World Uyghur Congress e il Tibetan Youth Congress. Quest'ultimo organismo, tra l'altro, è conosciuto per le dichiarazioni tutt'altro che pacifiche dei propri dirigenti: "In Tibet nessun cinese è innocente, ogni singolo civile sarà obiettivo della nostra guerra" e "chiederò al Dalai Lama: se ammazzando ogni giorno cento cinesi si potesse riconquistare l'indipendenza tibetana, tu lo faresti? Se lui mi dirà di no, vorrà dire che non è in grado di stare alla testa del popolo tibetano". Dalle parole andiamo ai fatti: dal 1995 al 2000 sono stati molti gli attacchi dinamitardi ideati e organizzati proprio dal Tibetan Youth Congress.

 
E poi ci stupiamo della legge introdotta da Pechino per regolamentare permanenza e azione delle Ong sul proprio territorio...

Leggi: La Cina regolarizza la presenza delle Ong nel paese: colpita la libertà di sovversione?
 

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori? di Savino Balzano Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori?

Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori?

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni di Thomas Fazi Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta di Antonio Di Siena Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

La violenza di Schrodinger di Gilberto Trombetta La violenza di Schrodinger

La violenza di Schrodinger

La rabbia sociale non è fascismo di Michelangelo Severgnini La rabbia sociale non è fascismo

La rabbia sociale non è fascismo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti