Pechino: "La cooperazione tra Russia e Cina non ha confini."

 Pechino: "La cooperazione tra Russia e Cina non ha confini."

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Dal 2 gennaio la nostra pagina Facebook subisce un immotivato e grottesco blocco da "fact checker" appartenenti a testate giornalistiche a noi concorrenti. Aiutateci ad aggirare la loro censura e iscrivetevi al Canale Telegram de l'AntiDiplomatico

 

La cooperazione tra Russia e Cina nella sfera della sicurezza e per quanto riguarda le misure per resistere all'egemonia globale non ha confini, ha ribadito, oggi, il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin.

"La cooperazione tra Russia e Cina non ha confini. Riguarda le nostre misure bilaterali per mantenere la pace e la sicurezza, così come i passi congiunti per resistere all'egemonia", ha precisato il portavoce durante una conferenza stampa rispondendo a una domanda su fino a che punto questa cooperazione tra Mosca e Pechino potrebbe spingersi.

Commentando il più recente ciclo di colloqui tenutosi a Istanbul, in Turchia, tra Russia e Ucraina, Wang Wenbin ha notato "segnali positivi" dimostrati da entrambe le parti.

"Abbiamo sempre creduto che il dialogo evi negoziati fossero l'unico modo corretto per raggiungere una soluzione alla crisi ucraina", ha sottolineato.

Il portavoce ha anche espresso l’auspicio che Mosca e Kiev raggiungano presto un compromesso, aggiungendo che la comunità internazionale dovrebbe contribuire agli sforzi di Russia e Ucraina per risolvere il conflitto.

"Occorre prevenire tutte le azioni che possono aggiungere benzina sul fuoco o aumentare le controversie", ha avvertito il diplomatico cinese.

Wang Wenbin ha rivelato quale ruolo avrebbe la Cina nell'agevolazione dei colloqui russo-ucraini.

"Continueremo a svolgere un ruolo costruttivo e fornire assistenza per normalizzare la situazione in Ucraina", ha precisato in merito ad una domanda sul ruolo di Pechino come garante di un accordo di pace tra Mosca e Kiev.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale di Giorgio Cremaschi La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La vera storia del "default russo" spiegata bene di Marinella Mondaini La vera storia del "default russo" spiegata bene

La vera storia del "default russo" spiegata bene

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

L'inflazione come strumento della lotta di classe di Gilberto Trombetta L'inflazione come strumento della lotta di classe

L'inflazione come strumento della lotta di classe

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti