'Petrolio per vaccini': la proposta del Venezuela

'Petrolio per vaccini': la proposta del Venezuela

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Le azioni da intraprendere per contrastare una pandemia sono molteplici. Tra queste spicca sicuramente l’immunizzazione della popolazione tramite vaccinazione. Non tutti i paesi però hanno le necessarie capacità di acquisire i sieri necessari. Il Venezuela, ad esempio, è gravato da pesanti e illegali sanzioni unilaterali imposte dagli Stati Uniti che tengono sequestrati i fondi del paese. Risorse che servirebbero a Caracas per acquisire medicinali, strumenti sanitari, vaccini.  

A tal proposito il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolas Maduro, ha proposto un meccanismo di scambio ‘petrolio per vaccini’ in modo che il paese sudamericano possa acquisire tutte le dosi necessarie di siero per immunizzare la popolazione venezuelana. 

“Il Venezuela ha le petroliere pronte, i clienti, pronti ad acquistare petrolio da noi, userebbe una parte della sua produzione per comprare i vaccini (…). Abbiamo dignità e risorse. Con questo meccanismo acquisiremmo il 100% dei vaccini di cui il Paese ha bisogno, anche quelli che non possono essere presi attraverso il sistema Covax”, ha affermato il presidente venezuelano in una giornata dedicata al bilancio del contrasto alla pandemia. 

Attraverso il sistema dell’ONU, Covax, il Venezuela acquisirà circa 2.400.000 vaccini, con le risorse che saranno reperite dai fondi del Venezuela bloccati nelle banche straniere: “Il Venezuela ha le risorse per il meccanismo Covax. Stiamo agendo in due modi: uno è la richiesta giudiziaria che le risorse sequestrate del Venezuela vengano sbloccate dalla banche straniere e che i vaccini di cui il Venezuela ha bisogno siano pagati”.

Se il blocco dovesse permanere e impedire al Venezuela di acquisire tutte le dosi necessarie per procedere all’immunizzazione completa della popolazione, lo scambio proposto da Maduro, ‘petrolio per vaccini’, consentirebbe al paese sudamericano di acquisire tutte le dosi necessarie. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

9 maggio. Cambiare la Storia è un crimine di Marinella Mondaini 9 maggio. Cambiare la Storia è un crimine

9 maggio. Cambiare la Storia è un crimine

Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia di Thomas Fazi Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia

Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia

In Etiopia arriva Feltman “il destabilizzatore” di Giuseppe Masala In Etiopia arriva Feltman “il destabilizzatore”

In Etiopia arriva Feltman “il destabilizzatore”

Il vero "dividendo dell'euro" di Gilberto Trombetta Il vero "dividendo dell'euro"

Il vero "dividendo dell'euro"

Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi di Pasquale Cicalese Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi

Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti