Presidente del Parlamento iraniano: "Gli Usa principale partner del massacro a Gaza"

Presidente del Parlamento iraniano: "Gli Usa principale partner del massacro a Gaza"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Non si spengono le polemiche per il veto degli Stati Uniti d’America all’Onu sulla tregua umanitaria per fermare il massacro di Israele nelle Striscia di Gaza. Finora i civili uccisi negli attacchi israeliani nell’anclave sono quasi 18.000, i feriti poco meno di 50.000.

Per il Ministro degli Esteri iraniano Hosein Amir Abdolahinan “la continuazione dell’assassinio di migliaia di civili, soprattutto donne e bambini, a Gaza e in Cisgiordania, con l’evidente sostegno dato dagli Stati Uniti ponendo il veto alla risoluzione per fermare la guerra contro i civili palestinesi, ha dimostrato ancora una volta che la difesa dei diritti dell’umanità e delle donne da parte delle autorità americane non è altro che una menzogna.”

In merito, è intervenuto anche il Presidente del Parlamento iraniano Mohammad Baqer Qalibaf:  “Stiamo ancora testimoni di come il regime sionista continua a uccidere la gente innocente di Gaza e a distruggere le sue infrastrutture civili vitali con la piena cooperazione degli Stati Uniti come principale partner nel crimine.”

Ricordando la “testardaggine degli Stati Uniti” al Consiglio di Sicurezza, Qalibaf ha spiegato che i musulmani nel mondo si aspettano che i loro governi non consentano, nei consessi internazionali, al regime israeliano di continuare i suoi crimini genocidi.

Inoltre, ha sottolineato che il popolo di Gaza ha dimostrato di essere il “vero vincitore” dal 7 ottobre, data in cui i movimenti di resistenza palestinese hanno lanciato un’operazione a sorpresa nei territori occupati.

“Niente può cancellare la grande sconfitta e ripristinare la dignità perduta del regime di Tel Aviv”, ha concluso Qalibaf.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti