Putin accusa i paesi occidentali di aver creato la crisi dei migranti: "Ci sono ragioni politiche, militari ed economiche"

Putin accusa i paesi occidentali di aver creato la crisi dei migranti: "Ci sono ragioni politiche, militari ed economiche"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Secondo la narrazione dominante alle nostre latitudini la crisi dei migranti al confine tra Bielorussia e Polonia, sarebbe da imputare alla volontà di Lukashenko e Putin di fare pressione sull’Unione Europa giocando la carta della migrazione di massa.

Il presidente russo Vladimir Putin i veri responsabili delle migrazioni di massa sono proprio i paesi occidentali. “Ho già spiegato perché, ci sono ragioni politiche, militari ed economiche. Sono stati loro a creare le condizioni in cui migliaia, anche centinaia di migliaia di persone hanno dovuto lasciare le loro case. E ora cercano qualcuno da incolpare per evitare la responsabilità per quello che sta succedendo”, ha affermato in un’intervista a Rossiya-1.

Il presidente russo ha spiegato di aver appreso della crisi migratoria dai media. "Non ho mai discusso la questione con Lukashenko prima. Tuttavia, abbiamo parlato al telefono due volte da quando è emersa la crisi", ha detto Putin. Il leader russo in precedenza aveva espresso la speranza che Lukashenko e la cancelliera tedesca ad interim, Angela Merkel, iniziassero a parlare nel prossimo futuro per discutere della situazione perché la maggior parte dei migranti cerca di raggiungere la Germania”.

Tornando alle accuse occidentali, Putin ha affermato: “Quando sentiamo alcune dichiarazioni e accuse contro di noi, vorrei dire a tutti: badate alle vostre questioni domestiche, non cercate di spostarle su altri perché sono le vostre agenzie collegate che devono risolverle”. 

Il leader russo però non si tira indietro e si dice pronto a collaborare per risolvere questa crisi. “Tuttavia, siamo pronti fare del nostro meglio, se c'è qualcosa che possiamo fare”. 

Da occidente sono arrivate accuse anche contro la compagnia di bandiera russa Aeroflot. A tal proposito Putin chiede: “Cosa c'entra il nostro vettore aereo Aeroflot? Qualcuno ha preso un volo Aeroflot? Non ne so nulla, ma sicuramente alcune persone avrebbero potuto prendere un volo e viaggiare attraverso paesi terzi. Cosa c'entriamo noi?”. 

Allo scoppio della crisi al confine, il presidente bielorusso Lukashenko aveva fatto lo stesso ragionamento di Putin, accusando i paesi occidentali di aver provocato queste ondate migratori a causa delle devastazioni portate dalle guerre targate USA/NATO. 

Inoltre il presidente della Bielorussia ha affermato che Minsk non tratterrà il flusso di persone per molto tempo, poiché a causa delle sanzioni occidentali "non ci sono né soldi né forza per questo".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle di Paolo Desogus Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia di Giorgio Cremaschi La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

Putin ha preso la decisione di Marinella Mondaini Putin ha preso la decisione

Putin ha preso la decisione

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International... di Savino Balzano Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass: si o no? di Alberto Fazolo Green Pass: si o no?

Green Pass: si o no?

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa di Antonio Di Siena Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"... di Gilberto Trombetta Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia