Russia e India firmano accordi in ambito militare

Russia e India firmano accordi in ambito militare

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Russia e India si avvicinano. A confermarlo è il presidente russo Vladimir Putin che ricorda come i due paesi già conducano esercitazioni militari congiunte e intendono sviluppare questa cooperazione in ambito militare. 

Secondo Putin, l'incontro dei ministri degli esteri e della difesa russo e indiano nel formato 2+2, all’apertura dei colloqui con il primo ministro indiano Narendra Modi, segnala "che continuiamo a sviluppare relazioni sull'arena internazionale e direttamente nella sfera militare".

"Conduciamo esercitazioni militari congiunte sia in India che in Russia. Vi siamo grati per la vostra attenzione su questa componente del nostro lavoro. Intendiamo continuare a lavorare in questa direzione”, ha affermato Putin secondo quanto riporta l’agenzia Tass. 

La Russia collabora con l'India nel settore tecnico-militare come nessun altro partner, ha sottolineato il leader russo. "Stiamo sviluppando congiuntamente prodotti e produzione militari ad alta tecnologia, anche in India”. 

Russia e India hanno firmato a Nuova Delhi un accordo intergovernativo su un programma di cooperazione tecnico-militare per il 2021-2030. L'accordo prevede la cooperazione tra i vari rami delle forze armate, nonché la fornitura e lo sviluppo di armamenti e altro materiale militare.

Gli accordi sono stati firmati dai ministri di Esteri e Difesa dei due paesi. 

"Sono lieto che siano stati firmati diversi accordi/contratti/protocolli relativi alle armi di piccolo calibro e alla cooperazione militare", ha scritto sul suo account Twitter il ministro della Difesa indiano Rajnath Singh, descrivendo i negoziati come "produttivi, fruttuosi e sostanziali".

Il ministro ha indicato che il Paese "apprezza la partnership strategica speciale e privilegiata con la Russia".

Il suo omologo russo, Sergei Shoigu, a sua volta ha sottolineato che il dialogo bilaterale è un contributo essenziale alla sicurezza globale e regionale. Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha affermato che i negoziati rafforzano il partenariato strategico tra i due paesi, riferisce RIA Novosti.

I negoziati hanno preceduto il vertice tra il presidente russo Vladimir Putin e il primo ministro indiano Narendra Modi.

Mosca e Nuova Delhi hanno diversi progetti militari congiunti, tra cui il missile da crociera supersonico BrahMos, il caccia multiruolo di quinta generazione FGFA, la produzione su licenza di aerei Su-30 e carri armati T-90 e la produzione di fucili automatici Kalashnikov nel Città indiana di Korwa, nello stato dell'Uttar Pradesh.

Il materiale bellico progettato dalla Russia rappresenta l'80% della Marina indiana e il 70% della sua aeronautica mlitare.

Negli ultimi anni, le esportazioni militari russe in India hanno incluso la fornitura di 5 complessi antimissile S-400 Triumf, quattro fregate del progetto 11356 e un grande lotto di sistemi missilistici antiaerei portatili Igla.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

"Attuare la Costituzione" sull'autonomia differenziata di Paolo Maddalena "Attuare la Costituzione" sull'autonomia differenziata

"Attuare la Costituzione" sull'autonomia differenziata

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Cosa resta del No Green Pass dopo la sentenza della Consulta? di Francesco Santoianni Cosa resta del No Green Pass dopo la sentenza della Consulta?

Cosa resta del No Green Pass dopo la sentenza della Consulta?

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

La fine di un mito: la Russia scudo dell'Occidente   di Bruno Guigue La fine di un mito: la Russia scudo dell'Occidente

La fine di un mito: la Russia scudo dell'Occidente

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Bce e criptovalute. Lettera aperta al Prof. Panetta di Giuseppe Masala Bce e criptovalute. Lettera aperta al Prof. Panetta

Bce e criptovalute. Lettera aperta al Prof. Panetta

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Apocalisse epidemica di Damiano Mazzotti Apocalisse epidemica

Apocalisse epidemica