/ Russia e Siria denunciano "la posizione distruttiva degli Stati U...

Russia e Siria denunciano "la posizione distruttiva degli Stati Uniti e la loro indifferenza per le vite" dei profughi di Rukban

 

Mosca e Damasco hanno mostrato la loro preoccupazione per le "condizioni catastrofiche" in cui vivono i rifugiati nel campo al confine tra Siria e Giordania.


I centri di coordinamento di Russia e Siria hanno accusato, attraverso una dichiarazione congiunta, "i gruppi armati radicali controllati dagli Stati Uniti" di " trattenere forzatamente i cittadini siriani che vogliono lasciare il campo profughi Rukban", situato a sud-est della provincia di Homs, al confine tra Siria e Giordania.
 
Secondo la dichiarazione, le autorità siriane hanno creato tutte le condizioni per evacuare i rifugiati da questo "campo della morte" dove i civili, compresi i bambini, soffrono di "malnutrizione, condizioni antigieniche e infezioni."
 
Tuttavia, finora non è stato concesso "il passaggio delle colonne degli autobus" per l'evacuazione dei residenti del settore e non è stata espressa "la volontà di garantire la loro uscita in sicurezza".
 
"Una posizione assolutamente distruttiva"
 
"Due giorni fa, in un giorno solo due bambini siriani sono morti nel campo a causa della malnutrizione, carenze igienico-sanitarie e per un'infezione.
E la ragione è assolutamente la posizione distruttiva degli Stati Uniti e la loro indifferenza verso la vita dei piccoli e innocenti residenti di questo campo di sterminio", recita la dichiarazione congiunta.
 
Allo stesso tempo, USA non dubitano "accusando la Russia e la Siria di bloccare i convogli umanitari delle Nazioni Unite, mentre le organizzazioni umanitarie internazionali hanno riconosciuto la necessità di dissolvere rapidamente questo 'ghetto' e ai residenti di evacuare verso le loro case."
 
"Ancora una volta, chiediamo agli Stati Uniti ad esso fare un gesto di buona volontà, clemenza e l'accesso, infine, aperto alla zona occupata di Al Tanf", si aggiunge nella congiunta di Mosca e Damasco.
 
La scorsa settimana, i centri di coordinamento interistituzionale di Russia e Siria per il ritorno dei profughi nel paese arabo hanno riferito che gli Stati Uniti "hanno bloccato" l'operazione umanitaria per salvare i civili siriani dal campo.
 
 
Fonte: RT - Foto Reuters
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa