La Commissione Ue ha proposto un controverso sistema per il controllo delle frontiere

La Commissione Ue ha proposto un controverso sistema per il controllo delle frontiere

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


La Commissione Ue ha proposto la creazione di una vera e propria guardia di frontiera e guardacoste europea. La nuova forza di circa 1.000 unità ha lo scopo di arginare il flusso di rifugiati che arrivano in Europa. Tuttavia, alcuni Stati membri dell'UE sono contrati ad un piano che comporterebbe una cessione di sovranità in materia di difesa dei confini terrestri e marittime, riporta AFP. 

Il nuovo piano avrà fino a sei volte il personale di Frontex, secondo Reuters. La Commissione europea ha proposto che la nuova agenzia abbia "diritto di intervento" per proteggere la sicurezza dello spazio Schengen. Il nuovo sistema di guardie di frontiera rafforzerà Frontex, che non è riuscita a far fronte al flusso di persone sulle rotte come quella dalla Turchia verso la Grecia.
 
"In situazioni di emergenza, l'Agenzia dovrebbe essere in grado di intervenire per garantire l'applicazione delle misure adottate , anche quando non vi è alcuna richiesta di assistenza da uno Stato membro, o qualora tale Stato membro ritenga che non vi è alcuna necessità di intervento supplementare", precisa la Commissione in una bozza ottenuta da AFP.
 
Tuttavia, alcuni paesi dell'UE si oppongono a un piano che possa vederli rinunciare alla sovranità sui loro confini. Questo è il caso della Polonia, il cui ministro degli esteri, Witold Waszczykowski, era riluttante riguardo al progetto. Lunedi ha detto che il rafforzamento di Frontex "ad una struttura che non dipende per gli Stati membri è scioccante."
 
Il nuovo sistema di guardie di frontiera è solo una parte delle strategie dell'Unione europea volte ad arrestare l'afflusso senza precedenti di rifugiati in fuga da guerra e povertà.

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti