Herman Van Rompuy sarà pagato più di 700.000 euro dall’Ue per non fare nulla

Herman Van Rompuy sarà pagato più di 700.000 euro dall’Ue per non fare nulla

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Herman Van Rompuy avrà diritto a più di 700.000 euro per non fare nulla a spese dei contribuenti per i prossimi tre anni, dopo aver terminato il suo mandato come presidente d'Europa.
 
Dopo aver concluso il suo mandato il 1°dicembre, l'ex presidente del Consiglio europeo sarà pagato 168724 euro l'anno, il 55 per cento del suo stipendio base, fino al dicembre 2017 - per facilitarlo a riprendere la sua vita al di fuori del mondo della burocrazia di Bruxelles.
 
Il Telegraph ha stabilito che Van Rompuy riceverà anche un versamento una tantum di 26496 euro e, avendo 67 anni, avrà una pensione di 65.611 all’anno, portando i suoi guadagni a 729288 per i prossimi tre anni.
 
L '"indennità transitoria" non richiede che Van Rompuy faccia nessun tipo di lavoro in cambio.
 
Gli assegni sono difesi come "il prezzo per la totale indipendenza" di alti funzionari dell'Unione europea che devono anche "chiedere il permesso per qualsiasi lavoro che vorrebbero fare per i 18 mesi successivi alla fine del mandato”.
 
Van Rompuy, un ex primo ministro del Belgio, è si ritirerà dalla vita politica per dedicarsi alla poetica Haiku e dare qualche lezione occasionale presso il Collegio d'Europa, una scuola di formazione per i funzionari dell'UE a Bruges.
 
Schivo in pubblico, Van Rompuy non è stato estraneo alle controversie sugli sprechi della burocrazia europea da quando ha assunto la carica nel dicembre 2009.
 
E' stato ampiamente criticato quattro anni fa per aver utilizzato le auto a suo servizio come taxi per portare la sua famiglia all’aeroporto di Parigi per una vacanza privata nei Caraibi.

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti