"Italia, Francia e Spagna dovrebbero sbattere i pugni sul tavolo”, R. Prodi

"Italia, Francia e Spagna dovrebbero sbattere i pugni sul tavolo”, R. Prodi

"I criteri di Maastricht vanno cambiati"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

In un'intervista rilasciata al Quotidiano Nazionale, l'ex presidente della Commissione europea ed ex primo ministro italiano, Romano Prodi, ha dichiarato che Italia, Francia e Spagna dovrebbero unirsi e “sbattere i loro pugni sul tavolo” contro la politica d'austerità voluta dalla Germania. “L'opinione pubblica tedesca è convinta che ogni stimolo all'economia europea sia un aiuto ad i pigri cittadini del sud e sono ossessionati dall'inflazione come un adolescente con il sesso”.

 
Ambrose Evans Pitchard, che da mesi si batte sul Telegraph per la creazione di un blocco greco-latino in grado con l'Irlanda di imprimere un cambiamento di rotta all'interno delle istituzioni europee, plaude le parole del "Mr. Euro italiano". "Questi paesi hanno la giustizia naturale, l''autorità economica ed i trattati dalla loro parte per imporre un Abenomics anche in Europa. La Germania deve capire che alcuni anni con un'inflazione pari o superiore al 3% ed un mini-boom dal lato della crescita non sono così dolorosi. Se dovesse continuare a ritenerlo intollerabile, la porta d'uscita è ampiamente aperta e può lasciare l'euro", scrive Evans-Pichard.

Le più recenti da

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Haaretz conferma l'aiuto di Israele all'Ucraina di Marinella Mondaini Haaretz conferma l'aiuto di Israele all'Ucraina

Haaretz conferma l'aiuto di Israele all'Ucraina

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese   di Bruno Guigue Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno di Gilberto Trombetta Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria di Michelangelo Severgnini Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

La nuova forma di psicologia del mondo digitale di Damiano Mazzotti La nuova forma di psicologia del mondo digitale

La nuova forma di psicologia del mondo digitale

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti