/ 38 ettari di boschi e una fauna unica, il prezzo dell'espansione ...

38 ettari di boschi e una fauna unica, il prezzo dell'espansione di una base USA in Polonia

 

I boschi dove gli Stati Uniti vogliono costruzione nuove installazioni militari occupano un'area equivalente a 53 campi da calcio e ospita rare specie animali.


Il corpo ingegneristico dell'esercito statunitense in Europa, lo scorso settembre, ha pubblicato il bando per la gara d'appalto per il disboscamento in Polonia nelle vicinanze della base aerea di Powidz per costruire lì nuove installazioni militari. I lavori, concordati con il ministero della Difesa polacco e il comitato per gli investimenti della NATO, riguarderanno un'area boschiva di 38,18 ettari, equivalente alle dimensioni di 53 campi da calcio.
 
La costruzione di nuove strutture vicino alla base militare di Powidz ha lo scopo di espandere le capacità dell'esercito degli Stati Uniti nella regione. Secondo il documento, le strutture da costruire hanno lo scopo di sviluppare "le capacità delle forze armate statunitensi per migliorare la sicurezza in Europa". Secondo il bilancio militare statunitense entro il 2019, il Pentagono ha stanziato 140 milioni di dollari per la costruzione di strutture e l'acquisto di terreni in Polonia. Di questo importo, 87 milioni andranno per i lavori nell'area circostante la base di Powidz.
 
Il progetto congiunto di Polonia e Stati Uniti di ampliare la base militare di Powidz fa parte dell'iniziativa di riassicurazione europea, lanciata nel 2014 dalla somministrazione di presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, con l'obiettivo di rafforzare la presenza delle forze armate del paese in Europa per contrastare la presunta "minaccia russa".

 
Un'eccezione per il Pentagono
 
Tuttavia, la costruzione di nuove strutture sarà dannosa per l'ambiente dell'area. Il progetto prevede la bonifica delle foreste protette dal progetto europeo Natura 2000, che mira a conservare specie rare di animali e uccelli e il loro habitat.
 
Allo stesso tempo, il documento afferma che, sebbene questo progetto proibisca l'abbattimento di alberi, verrà fatta un'eccezione per gli esecutori del contratto del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. In particolare, il capo dell'agenzia regionale per la protezione ambientale della città di Poznan ha revocato il divieto di distruggere i nidi di uccelli.
 
Inoltre, il documento sottolinea che "la sicurezza pubblica", per la quale si suppone che vengano costruiti nuovi complessi, è molto più importante della protezione degli uccelli e degli habitat rari. "I principali interessi pubblici sopra menzionati includono la sicurezza pubblica, la cui protezione dovrebbe essere considerata una priorità più alta rispetto all'obiettivo originale di protezione della natura nell'area di copertura del programma Natura 2000", si sottolinea nel documento.
 
Fonte: https://www.fbo.gov
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa