Angela Merkel e il livello di autosottomissone in Italia

Angela Merkel e il livello di autosottomissone in Italia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Se uno vuole capire cos'è il processo psicologico di sottomissione nei confronti di chi lo colonizza basta che oggi legga l'articolo a firma Stefano Baldolini pubblicato su l'Huffington Post. 

Questo è l'incipit:

«Ci ha messo 15 anni ma Angela Merkel ce l’ha fatta. Dopo quattro  governi, una crisi finanziaria globale, un milione di profughi e una  pandemia, è riuscita a diventare la madre di tutti noi». 

Un articolo così elogiativo e pieno di iperboli non lo ha mai scritto manco il Secolo d'Italia per Mussolini, manco un giornale cattolico per un Papa, manco l'Unità per Berlinguer. Qui siamo alla santificazione, che poi è l'altra faccia della sottomissione. 

Siamo ai livelli - a pensarci bene - degli indiani d'America che firmavano i trattati, che li rinchiudevano nelle riserve indiane, con "Il Grande Padre Bianco di Washington". Qui siamo alla "Grande Madre di Berlino". E c'è un doppio problema, i tedeschi e le donne non fanno prigionieri. La Merkel è donna e pure tedesca.

Giuseppe Masala

Giuseppe Masala

Giuseppe  Masala, nasce in Sardegna nel 25 Avanti Google, si laurea in economia e  si specializza in "finanza etica". Coltiva due passioni, il linguaggio  Python e la  Letteratura.  Ha pubblicato il romanzo (che nelle sue ambizioni dovrebbe  essere il primo di una trilogia), "Una semplice formalità" vincitore  della terza edizione del premio letterario "Città di Dolianova" e  pubblicato anche in Francia con il titolo "Une simple formalité" e un  racconto "Therachia, breve storia di una parola infame" pubblicato in  una raccolta da Historica Edizioni. Si dichiara cybermarxista ma come  Leonardo Sciascia crede che "Non c’è fuga, da Dio; non è possibile.  L’esodo da Dio è una marcia verso Dio”.

 

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO