/ AP: Yemen: L'Arabia Saudita, con il consenso USA, era segretament...

AP: Yemen: L'Arabia Saudita, con il consenso USA, era segretamente d'accordo con Al-Qaeda

 

L'Arabia Saudita e i suoi alleati, con gli USA a conoscenza dei fatti, hanno segretamente trovato un accordo con Al-Qaeda e hanno reclutato i terroristi per contenere il movimento Ansarullah nello Yemen.


Lo ha rivelato ieri l'agenzia di stampa statunitense Associated Press (AP) dopo aver condotto un'indagine approfondita sull'attività segreta dell'alleanza comandata dalla monarchia saudita nello Yemen.
 
Recentemente, l'Arabia Saudita ha dichiarato di aver raggiunto vittorie decisive nello Yemen, espellendo i membri del gruppo terroristico Al-Qaeda nella penisola arabica, AQAP dalle sue roccaforti. Tuttavia, l'AP ha rivelato che la coalizione ha realizzato accordi segreti con i combattenti del gruppo terrorista, pagando i suoi membri per lasciare le città chiave dello Yemen.
 
L'inchiesta indica che l'Arabia Saudita e i suoi alleati arabi nell'alleanza hanno permesso addirittura che i terroristi si ritirassero con le loro armi, equipaggiamenti e con mazzette di denaro rubato. La monarchia saudita ha anche reclutato migliaia di terroristi per unirsi all'alleanza che conduce l'aggressione contro lo Yemen.
 
Nel reportage si rivelato che gli Stati Uniti erano a conoscenza degli accordi e hanno sospeso alcuni attacchi con droni mentre i terroristi si ritiravano senza nascondersi. Washington e i suoi alleati arabi, secondo AP, hanno permesso la sopravvivenza dell'AQAP e rafforzato il ramo più pericoloso della rete terroristica che ha perpetrato gli attacchi dell'11 settembre 2001 nel territorio degli Stati Uniti.

 
I risultati dell'inchiesta dimostrano gli interessi contraddittori degli Stati Uniti. e i suoi alleati arabi nello Yemen.
 
Gli alleati affermano che stanno combattendo l'AQAP lì e allo stesso tempo Ansarullah, mentre quest'ultimo sta lottando per espellere Al-Qaeda dal suo territorio. In questa lotta, Al-Qaeda è di fatto dalla stessa parte della coalizione e degli Stati Uniti.
 
Dall'inizio dell'aggressione saudita allo Yemen nel marzo 2015, negli Stati Uniti hanno inviato miliardi di dollari in armi all'alleanza, e gran parte di questo aiuto è finito nelle mani dei terroristi.
 
"Elementi dell'esercito  statunitense sono chiaramente consapevoli che gran parte di ciò che Washington sta facendo in Yemen sta aiutando l'AQAP e c'è molta angoscia a riguardo ", ha dichiarato Michael Horton, membro della Jamestown Foundation negli Stati Uniti, specializzato in terrorismo.
 
Ma, secondo l'analista, il sostegno all'Arabia Saudita ha la priorità per gli Stati Uniti. "Circa la lotta contro l'AQAP e persino la stabilizzazione dello Yemen".
 
Fonte: Associated Press
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa