/ Argentina: continua la repressione del regime neoliberista contro...

Argentina: continua la repressione del regime neoliberista contro Milagro Sala

 

La giustizia argentina di Jujuy, secondo alcuni osservatori per sviare l’attenzione su alcuni scandali che investono il governatore della provincia Morales, ripescando una vecchia denuncia per riciclaggio di denaro ha effettuato una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di Milagro Sala

 

Non conosce sosta l’attività di repressione condotta dal regime neoliberista di Mauricio Macri nei confronti dell’attivista sociale e deputata presso il ParlaSur, Milagro Sala. La prigioniera politica che adesso si trova agli arresti domiciliari dopo oltre un anno e mezzo passato dietro le sbarre senza alcuna motivazione giuridica valida. 

 

La giustizia argentina di Jujuy, secondo alcuni osservatori per sviare l’attenzione su alcuni scandali che investono il governatore della provincia Morales, ripescando una vecchia denuncia per riciclaggio di denaro ha effettuato una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di Milagro Sala. Arrivando perfino a scavare nei pavimenti alla ricerca di presunti fondi interrati nel sottosuolo.

 

«Il ramo giudiziario di Jujuy continua a servire il governo provinciale come strumento di persecuzione politica, hanno bisogno di continuare con lo spettacolo e continuare a dipingere il mito di Milagros ladrona» ha ha denunciato l'organizzazione Tupac Amaru, attraverso un comunicato stampa. 

 

Il nuovo caso contro Sala coinvolge anche suo marito, Raúl Noro, e alcuni membri di Tupac Amaru che sono detenuti, come Gladis Díaz, Mirta "Shakira" Guerrero, Marcos Quispe e Tito Fredy. 

 

Il circuito mediatico mainstream, sempre pronto a narrare le vicende di presunti prigionieri politici ad altre latitudini diverse da quelle dell’Argentina, informerà la pubblica opinione italiana sulla vicenda che coinvolge MIlagro Sala, la cui unica colpa è quella di battersi per gli ultimi e contro il regime neoliberista?

Fonte: teleSUR
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa