Attentato a Bagdad, 32 morti: Hezbollah Iraq: "Israele, USA e Arabia Saudita dietro l'attacco"

Attentato a Bagdad, 32 morti: Hezbollah Iraq: "Israele, USA e Arabia Saudita dietro l'attacco"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Hezbollah iracheno accusa Israele, Riyadh e gli Stati Uniti di essere dietro gli attentati suicidi avvenuti oggi a Baghdad e avverte il principe ereditario saudita delle conseguenze del suo sostegno alla violenza.

Il Movimento di resistenza islamica dell'Iraq (Kataeb Hezbollah) ha descritto oggi i regimi israeliano e saudita e gli Stati Uniti come "l'asse del male" e li ha accusati degli attacchi suicidi odierni in un mercato a Baghdad.

Attraverso una dichiarazione, ha avvertito il principe ereditario saudita, Muhammad bin Salman, dei suoi complotti contro il popolo iracheno e della sua intenzione di sostenere la ripresa delle brutali operazioni in Iraq.

“In precedenza lo avevamo avvertito di non giocare con la coda del leone, perché questo fuoco si diffonderà nel regno del male e si impadronirà del suo debole trono. Nonostante questi avvertimenti, [lui] non solo non ha rinunciato a questi crimini, ma ancora di più, si è riempito le mani del sangue di innocenti. Pertanto, pagherà il prezzo di questa decisione”, si legge nel documento.

Kataeb Hezbollah ha sottolineato che la coincidenza di questo crimine con l'avvento al potere della nuova amministrazione americana mostra che l'asse del male continua a muoversi nella direzione del suo piano di mettere in ginocchio il popolo iracheno, che insiste sul ritiro del forze straniere dalla loro patria.

Avendo sottolineato che i governi nemici degli Stati Uniti vedono tutti i loro interessi come un obiettivo legittimo, la Resistenza irachena ha sostenuto che non c'è differenza tra la sinistra e la destra degli Stati Uniti.

“Il nostro popolo orgoglioso ha resistito a tutti i tentativi degli Stati Uniti e dei suoi mercenari dentro e fuori l'Iraq di imporre l'egemonia e la volontà americana, e ha fatto grandi sacrifici tra i suoi migliori giovani per rendere questo paese libero, indipendente e dignitoso".

Almeno 32 morti e 110 feriti è il bilancio di un doppio attacco suicida che ha scosso oggi piazza Al-Tayaran, nel centro di Baghdad. Nessun gruppo si è assunto la responsabilità degli attacchi che probabilmente portano il marchio del gruppo terroristico ISIS-Daesh.

Le forze irachene denunciano che Washington aiuta i terroristi del Daesh a compiere attacchi in Iraq, con l'obiettivo finale di destabilizzare il Paese arabo, in linea con i loro piani imperialisti e  di favorire il regime israeliano.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd di Paolo Desogus Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti